Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

14-02-2013

sintomo generico come la cefalea

Buongiorno, mi ritrovo ad avere dolori durante i rapporti. Sto con lo stesso ragazzo da 1 anno e mezzo e per il primo anno è andato tutto bene, rapporti sessuali molto soddisfacenti, grande intesa, poi all'improvviso sono comparsi dei taglietti. Questi si richiudevano in fretta, però diciamo che impedivano di avere rapporti molto ravvicinati. Tra noi a livello sentimentale ci tengo a precisare che non è cambiato nulla. Successivamente a questi episodi di taglietti, ho iniziato a non provare più piacere ma forte dolore acuto nel punto esatto dove un tempo provavo più piacere (nessun problema di penetrazione). Contemporaneamente, ho iniziato a far più fatica a trattenere l'urina e quando la trattenevo provavo circa lo stesso dolore provato durante il rapporto. Sono andata dal ginecologo, spiegando il tutto, lui ha chiaramente spostato la cosa sul piano psicologico. Ma ci tengo a sottolineare che tutto andava bene e ciò è accaduto all'improvviso e senza motivo! Tanto che non soffro di secchezza, anche se col passare del tempo ovviamente ho perso il desiderio, avendo sempre male. Mi ha consigliato Clinnix crema gel (che comunque agisce all'esterno) e kistinox. Dagli esami delle urine è emersa un'infezione che il medico mi ha detto di curare solo bevendo acqua. Io non ne posso più perchè nessuno sembra prendere sul serio la cosa e non ho la possibilità di spendere tanti soldi in tentativi inutili. Cosa dovrei fare? Possibile che sia anche solo colite? O qualcosa emerso in seguito alla paura dei taglietti iniziali?
Risposta di:
Dr. Marco Mario Marzi
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

Come la cefalea la dispareunia (dolore al rapporto) è causta da una congerie di cause tra loro estremamente disparate.

Non è possibile ovviare al problema se non se ne scopre la causa.

Innanzitutto i "taglietti" o ci sono o non ci sono. Se ci sono è evidente che possono essere l causa del dolore. Per vederli e per capirne la causa è indicata una colposcopia e un esame culturale sul secreto vaginale.

Clinnix è a base di soia e altri integratori e sembrerebbe indicare che il suo ginecologo ritenga che lei sia in premenopausa; Kistinox contiene estratto di cranberry (mirtillo rosso) e quindi ha un ruolo nelle infezioni delle vie urinarie in quanto "fa scivolare" i batteri via dalla mucosa vescicale, specialmente se assunto la sera prima di andare a dormire.

Sarebbe però necessario che documentasse il disturbo con una urinocultura.

Le infezioni delle vie urinarie da Escherichia coli quasi sempre provengono dal serbatoio intestinale e quindi è senza dubbio utile evitare la stipsi. Anche le infezioni vaginali e in teoria i "taglietti" potrebbero, se su base infettiva, essere insorte per contiguità alla vescica e al retto.

 

In sintesi:

 

faccia urinocultura e tampone vaginale, al meglio in corso di colposcopia.

 

Tenga l'intestino regolare e escluda che il suo partner abbia anche lui "taglietti" o arrossamenti sospetti sul pene.

 

 

 

 

TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!