Sono consapevole d'essere ipocondriaco e nn a caso negli ultimi due anni sono andato al pronto soccorso e dal cardiologo innumerevoli volte, ECG basali, test da sforzo massimali, eco cuore, color doppler, analisi complete, consulti psicologici, per alleviare la mia paura costante... un accidenti cardiaco, tutti gli esami negativi, ma la paura c'e'... ogni costrizione toracica, bruciore al petto. palpitazione mi rimanda al cuore... in famiglia nn si e' mai presentato un evento cardiaco... devo continuare con le indagini o dare credito al mio cardiologo che mi ha assicurato d'avere un Cuore sanissimo e spiegato che la Cardiologia adesso ha fatto enormi progressi ed e' in grado di escludere che in soggetti sani e senza cardipoatie nn c'e' rischio... e' vero? allora i ragazzi della mia eta' che vengono colpiti da tali accidenti avevano fattori di rischio? o cmq c'erano cardiopatie nascoste? sono a rischio? scusatemi ma ormai sono in balia dei perche'.... ultimo ecg 10 giorni fa' al pronto soccorso... normalissimo ... confido in una vostra spiegazione alle mie domande... cordiali saluti.