Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Sono stato colpito da infarto miocardico in sede

Sono stato colpito da infarto miocardico in sede anteriore il 20 maggio 2005 complicato da FV primaria. Trattato con PTCA + stent medicato su IVA della coranaria sinistra. Indenni le altre coronarie. Residua Stenosi ostiale critica (90%) del 1° diagonale. Ad 1 mese di distanza ho praticato Holter dopo sospensione del beta bloccante: FC media 58 BPM Max 133 BPM Min 36 BPM, non modifiche ischemiche di ST, 17 extrasistoli ventricolari isolate, 123 battiti isolati ectopici SV 2 pause di 2.4 sec, 153 bradicardie prevalentemente notturne 1 episodio di tachicardia sinusale durato 31 secondi. Le pause si riferiscono ad onda P bloccata criticamente senza allungamenti degli intervalli P-R precedenti. Ho praticato inoltre scintigrafia miocardica da sforzo e a riposo: la prova da sforzo effettuata su cicloergomentro sino ad un carico di 125 watts (FC 168 BPM; PA 170/90) è stata interrotta per comparsa di TPSV con sottolivellamento di ST in V1 V2 e V3. Non angina durante lo sforzo. Riduzione della captazione miocardica in corrispondenza della regione anteriore (sezioni basali) di grado lieve nella rilevazione dopo sforzo; regressione del deficit perfusivo nella rilevazione tardiva a riposo. Da premettere che episodi di TPSV da sforzo, ma anche a riposo, li avevo già presentati 6 mesi orsono, ma non assumevo farmaci. Domanda: avverto episodi aritmici diverse volte al giorno, specie battiti mancanti e tachicarida anche a riposo e , a parte antiaggreganti ed pravastatina, sono in Terapia da 5 gg. con isoptin 40 x 3 senza miglioramenti. Ho sospeso il beta bloccante per Bradicardia. Secondo lei nel mio caso è indicato l'isoptin? I miei disturbi possono dipendere da quel diagonale con 90% di stenosi? Grazie
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Tra le informazioni che mi ha dato, Lei non mi ha detto quale è il valore della frazione di eiezione, che è una misura della capacità di pompa del cuore: questo valore dovrebbe essere riportato su un ecocardiogramma che senz’altro Lei avrà fatto nella fase di ricovero ospedaliero. Detto questo, direi che l’Isoptin va bene per il controllo delle aritmie sopraventricolari, ma Lei lo assume solo da pochi giorni e quindi può darsi che l’effetto farmacologico non sia ancora a regime. Io ripeterei un HOLTER tra 15-20 giorni, con la terapia in corso. Mi riscriva con l’esito di questo esame e dell’ecocardiogramma. Si ricordi, come le avranno spiegato anche in ospedale, di mettere in atto le strategie di prevenzione secondaria raccomandate: non fumare, controllare bene (anche con farmaci se serve) la pressione arteriosa e il colesterolo, svolgere costante attività fisica di moderata intensità, oltre ad assumere in maniera precisa le terapia prescritte.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma