Sono un ragazzo molto giovane e circa 5 anni fa sono venuto a conoscenza, tramite esami di routine e con sussessivi approfondimenti, di essere affetto da epatite C di genotipo 2a-2c e con carica virale abbastanza elevata. Mi è stata prescritta, quindi, una terapia di interferone e ribavirina che già dai primi mesi ha portato alla normalizzazione... Leggi di più delle transaminasi ed alla negatività del virus. Dopo sei mesi ho interrotto la terapia, e adesso sono più di quattro anni che ripeto le analisi regolarmente e mi ritrovo sempre le transaminasi perfettamente nella norma con hcv-rna QUALITATIVO NEGATIVO e l'hcv rna QUANTITATIVO inferiore a 600 (e addirittura nelle ultime analisi aveva un valore di 50). Detto ciò vorrei sapere: posso ancora infettare il virus dell'epatite C ad altre persone qual'ora ci sia un contatto diretto di sangue? Posso donare il sangue? Vorrei tanto provare ad intraprendere la vita militare ma purtroppo non ho mai fatto dei concorsi per paura che fosse inutile dato il problema avuto in passato.Ma io, che diciamo "forse" sono guarito, potrei risultare idoneo nonostante questa malattia avuta in passato, ma che lascia delle tracce nel presente, dato che nei diversi concorsi richiedono i markers dell'apatite B e C? Sarei davvero felice di ricevere delle risposte certe a queste domande che ormai sono nella mia testa da anni. Ringrazio cordialmente.