Spero che possiate dissolvere i miei dubbi. Sono un genitore di 45 e mia moglie 42, abbiamo 2 figli di 10 e quasi 9 (li compie il 19.02). La storia è questa e riguarda il mio secondo figlio, Vincenzo. Gravidanza tranquilla e nella norma. Ecografie periodiche tutte normali. Ad una visita dal ginecologo (l'ultima), questo si accorge a pochi giorni... Leggi di più dal Parto che il bambino potrebbe andare in sofferenza e quindi decide il taglio cesareo 15 giorni prima della data presunta. Il bambino presenta alla nascita un peso di kg 3.250. Bello grosso, paffuto. Ci accorgemmo subito che aveva difficoltà nel succhiare avendo anche una'Atresia PARZIALE DELLA COANA, di cui è stato operato circa 3 anni fa al Bambin Gesù di Palidoro.La pediatra dell'ospedale suggerì una visita cardiologica poichè riscontrava un "soffio" che dopo 3 giorni quasi 4 doveva scomparire e che invece perdurava. Dopo le dimissioni, a casa il bambino non mangiava, e perdeva peso. Ci recammo iall'ospedale Monaldi rep. di Cardiologia Pediatrica, dove fu ricoverato con questa diagnosi: Difetto interventricolare. DA QUI INIZIANO LE PREOCCUPAZIONI. Il 19.02.1997 la data di nascita e l'11.06.1997 è il giorno dell'intervento; dopo quuasi 4 mesi di degenza in ospedale per portarlo ad un peso soddisfacente per l'intervento. Il peso all'operazione 3 kg.L'operazione grazie a Dio riuscì bene; fu operato al reparto di Cardiochirurgia Pediatrica dell'Ospedale Monaldi di Napoli, dal Prof. Vosa. Tutto da allora si sta svolgendo nella normalità. Ai vari controlli semestrali il bambino procede bene, anche se dopo un pò di tempo dalla operazione gli è stato riscontrato un CERCINE. Questo cercine è sotto osservazione ai vari controlli semestrali sempre presso il Monaldi. Non crescxe, ma non si riduce neanche. E' sotto osservazione anche la valvola aortica che puo' risentire del flusso del Sangue anomalo dovuto al cercine. All'ultimo controllo, avvenuto il 17.01.2006, il cardiololo del Monaldi gli ha prescritto per la prima volta una piccola terapia. Una pillola mattina e sera in varie dosi iniziali. Ripeto anche se sapevamo che poteva succedere una cosa del genere, la cosa ci colto non pronti, visto che nostro figlio cresce bene, mangia bene ed è molto vivace, anzi troppo. Ho omesso le caratteristiche specifiche dell'intervento, che oltre al DIV ha interessato anche il DOTTO DI BOTALLO. Comunque se è il caso, su Vs richiesta sarò molto più preciso. In conclusione la nostra domanda è questa. Sappiamo che il Monaldi è un Ospedale altamente specializzato nel trattare questo tipo di patologia. Chiediamo se sia il caso di un consulto, o almeno di una visita presso un altro centro altrettento specialistico, tipo Bambin Gesù di Roma. Probabilmente ci saranno altri Centri ospedalieri all'avanguardia a livello nazionale. Ci puo' consigliare qualche centro molto specializzato. ovviamente superiore al Monaldi? GRAZIE.