20-09-2006

Stadio della malattia

a seguito di una analisi delsangue eseguita per puro caso a mia sorella è sono stati riscontrati tra gli altri valori altissimi di Gamma Gt (600) fosfatasi alcaline (1000). in seguito a ciò è stata effettuata la ricerca di vari anticorpi e il risultato è stato che sono risultati positivi ++gli anticorpi antimitocondrio. la diagnosi è: cirrosi biliare primitiva. leggendo il vostro sito ho potuto risalire a vari espisodi nel tempo che non avevo chiaramente collegato perchè non sapevo dell'esistenza di questa malattia. In fatti mia sorella soffre d'estate di continue emorragie dal naso, poi già da diverso tempo ha delle macchioline scure sullo sterno dal collo fino al seno come un eritemsa, si lamenta sempre che il sole gli da fastidio e ha prutito alle gambe (attribuito alle zanzare tigri!) Nel mese di maggio ha avuto una violenta emorragia dalla bocca che abbiamo attribuito alla recente rimozione dei ramponi dei denti che aveva messo per ricostruire l'arcata dentaria, infine il viso presenta un colorito giallastro. Attualmente il medico le ha prescritto URSACOL da prendere 3 volte al giorno 1/4 d'ora prima dei pasti. Infatti il colorito è migliorato e si è anche ingrassata di 2 kg: Vorrei sapere a quale stadio si trova la malattia, se la cura è giusta e che aspettativa di vita può avere. Ringrazio per la pazienza e la gentilezza e aspetto una risposta.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Per conoscere lo stadio della malattia di cui ci parla è necessario avere a disposizione una quantità di elementi clinici che non è possibile valutare in questo contesto. Spesso, inoltre, lo stadio clinico è definito in base all’aspetto della biopsia epatica. La terapia che è in corso è certamente quella che attualmente si ritiene essere più efficace. La prognosi, infine, è estremamente individuale e va valutata mediante strumenti clinici che qui non è possibile valutare, basati, tra l’altro, sulla funzione epatica (classe di Child-Pugh).
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!