Egr.Dott.tra aprile e maggio ho avuto un otite che ho scoperto, rivolgendomi successivamente ad un otorino, essere stata provocata da un forte reflusso gastro-esofageo. Il medico curante, al quale mi sono rivolta in prima istanza, mi ha dato il Macladin e il Flaminase. Dopo averli presi a distanza di circa due ore l'uno dall'altro, subito dopo... Leggi di più l'anti-infiammatorio ho avuto una reazione che mi ha spaventato notevolmente : agitazione, tremore diffuso in tutto il corpo, difficolta' respiratoria. Dopo un paio di ore, respirando e bevendo, sono ritornata ad uno stato normale anche se ho avuto una leggera agitazione tutto il giorno successivo. Spaventata da cio' ho fatto le analisi al sangue per le intolleranze agli antibiotici (metodo CAST-ELISA) e sono risultata allergica a undici antibiotici su tredici.In pratica solo Sulfametazolo, Trimetoprim e Tetraciclina hanno valori al di sotto o vicini ai 100 pg/ml, le Cefalosporine risultano 130 pg/ml, altri arrivano addirittura a oltre 1000 pg/ml. Da molte fonti mi si dice che queste analisi sono inutili e che l'unica soluzione e' il ricovero con le prove per somministrazione. Io ho molta paura di fare questa cosa, anche perche' , da sintomi che ancora ho quando sono particolarmente nervosa o stanca, e ricollegando l'otite alla forte gastrite in corso all'epoca del problema piu' una notevole debilitazione (ho un bimba piccola che da circa due anni non mi fa dormire e lavorando non ho possibilita' di recupero), mi sorge il dubbio che tutto sia stato provocato da quest'ultima. Cosa mi consiglia di fare? E' possibile che al momento delle analisi avevo in corso un abbassamento delle difese immunitarie? Puo' essere anche un problema di tiroide?La ringrazio per l'attenzione e spero mi possa dare una risposta al piu' presto.