04-12-2012

Trattamento dopo skin sparing

Buongiorno.Nel 2009 ho effettuato intervento di mastectomia skin-sparing per ca duttale in situ multifocale di tipo papillare. nessuna terapia in seguito.dopo pochi mesi dall'intervento noto una piccola neoformazione in sede paracicatriziale. esami di screening negativi per neoplasia. nel corso di follow up in questi 3 anni e mezzo il nodulino da 3 mm. diventa 9 mm. exeresi nodulo , ampia resezione locale.esito istologico:microfocolaio di ca infiltrante g2 mm. 3 - non invasione vascolare- non invasione perineurale- necrosi assente - microcalcificazioni assenti - margini indenni - recettori ormonali positivi- ki67 25%-her2 amplificato-mi propongono radioterapia locoregionale+tamoxifene associato ad herceptin per un anno.blocco totale ciclo per 3 anni.il mio dubbio sta nel fatto che mi hanno spiegato che herceptin associao a tamoxifene ad oggi non ci sono risultati della sua efficacia, mentre associato a quattro sedute di chemio il risultato e' ottimo.Ma viste le dimensioni (3 mm.)della neoplasia la chemio non sarebbe indicata.sono confusa e vorrei un po'di chiarezza su cio' che e' meglio per la mia situazione e per il futuro.grazie anticipatamente per una vostra gentile risposta
Risposta

Gentile utente

per il trattamento del DCIS le Scuole hanno pareri discordanti......

Personalmente avrei consigliato OT e IORT anche se l'associazione ad Herceptin  in alcuni

casi specifici e dopo attenta valutazione  clinica in alcuni casi non presenta controindicazioni

Sentiamoci per un consulto piu' esaustivo

 

www.studiomedicocirolla.it

www.aismo.it

TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!