Una pelle splendida, perfetta, a “effetto specchio”: è l’ultima tendenza in fatto di beauty per eliminare i segni del tempo. Arriva dall’Oriente, dalla Corea precisamente, e si chiama “Glass skin”: è il trattamento per ottenere una pelle così pulita e lucente da sembrare quasi di vetro.

Vediamo meglio di cosa si tratta e come avere davvero una pelle effetto specchio.

Glass skin, i passaggi per ottenere la pelle effetto specchio

La glass skin ha conquistato celebrità di tutto il mondo, ma in Corea è praticamente una routine di bellezza. Prevede l’utilizzo di diversi prodotti (fino a dieci diversi) da tenere con sé nel beauty case. Promette pelle bellissima ma è tutt’altro che semplice.

Richiede tempo e pazienza, poiché è una pratica di skin care lunga che sconfina nel make up, dunque anche costosa. Conquistare la propria “tintarella di luna”, insomma, è un’impresa per poche appassionate veterane della cosmesi. Ma prendetevi almeno una mezz’ora al giorno per il vostro viso e risplenderete.

1. Esfoliare

Dopo una profonda pulizia del viso per togliere trucco e impurità accumulate sulla pelle durante la giornata - vietati acqua e sapone, si interviene solo con dischetti di cotone e detergenti -, è il momento di una esfoliazione delicata. No ai prodotti aggressivi che con la loro azione meccanica rischiano di danneggiare la pelle.

Con movimenti circolari dei polpastrelli si applicherà il prodotto esfoliante adatto alla glass skin, un prodotto delicato per rendere la pelle liscia e uniforme come una seta orientale. L’obiettivo di questo step di pulizia è minimizzare le imperfezioni, rendere la texture della pelle più uniforme, stimolare la rigenerazione cellulare.

2. Illuminare

È il momento del tonico, un prodotto che non è passato di moda: con un dischetto imbevuto di tonico si tolgono in maniera extradelicata i residui del prodotto esfoliante utilizzato in precedenza. A questo punto la pelle è pronta per accogliere l’“essenza”, un passaggio di pulizia che in Occidente non esiste ma le coreane amanti della glass skin non se lo fanno mancare.

Questo prodotto si applica con la punta delle dita e serve a idratare e stimolare la rigenerazione cellulare. Poi è il momento del siero, un prodotto ricco ma leggero, generalmente a base di vitamina C, per migliorare l’incarnato e aumentare le difese dell’epidermide. Va usato mattina e sera.

3. Idratare

Bandite le zone di pelle grassa ma anche quelle di pelle secca. L’idratazione deve essere perfetta e costante. Prima di questo passaggio, è possibile applicare una maschera (l’operazione richiede 15-20 minuti di tempo). Ora il viso è pronto per ricevere tutti i trattamenti “dissetanti” di cui ha bisogno. Via allora alla crema contorno occhi e alla crema viso da giorno o da sera a seconda del momento della giornata in cui si realizza il trattamento. La crema giorno deve avere una protezione solare, la crema da sera può essere un’emulsione ricca e nutriente. Gettonati i prodotti idratanti a base di aloe, acqua di cocco o acido ialuronico.

4. Verso il make up

Una volta pulita, la pelle è pronta ad accogliere il trucco. Ricordiamo però che l’obiettivo della glass skin è ottenere un effetto naturale, di assoluta trasparenza e luminosità. Sì dunque a una bb cream adatta al tono dell’incarnato. No a un fondotinta coprente.

5. Effetto specchio

Per finire si può applicare un prodotto illuminante in crema, senza glitter, e una cipria impalpabile, unica polvere ammessa, meglio se idratante. L’obiettivo non è coprire ma valorizzare la pelle così com’è.