28-12-2016

Tremori dopo il terremoto

Buongiorno, sono una ragazza di 29 anni. Non soffro di particolari patologie, ma sono una persona molto ansiosa, da un paio di mesi a questa parte ho intrapreso anche un percorso con una psicologa. A seguito dell'ultimo terremoto che c'è stato, ho iniziato ad avvertire continui tremori, soprattutto alla testa, è subentrata poi la tachicardia e a quel punto sono stata in pronto soccorso, dove però si sono concentrati più sulla tachicardia, dicendomi che i tremori potevano essere una conseguenza.

Ho fatti varie analisi, compresa la tiroide, visita dall'otorino, visita cardiologica, lastra al torace, radiografia cervicale ed è sempre tutto risultato negativo. Dopo un mese però io continuo ad avere questi tremori, anche se non sono fissi, fondamentalmente noto che se sono più distesa e tranquilla non li avverto. Essendo io una persona molto ansiosa, è possibile che siano tremori dovuti solo alla paura di quella mattina in cui mi svegliai di soprassalto per il terremoto? Posso escludere qualcosa di neurologico? Ci sarebbero stati altri sintomi in quella circostanza? Grazie mille per la risposta

Risposta di:
Dr. Giovanni Delogu
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Gentile ragazza, escluse le cause organiche la ragione più ovvia è una somatizzazione dell'ansia. Visto l'esordio dei tremori in coincidenza delle scosse di terremoto, una relazione causa-effetto è da considerare nell'ottica dell'eziopatogenesi. Detta in parole povere, il trauma legato alle scosse del terremoto ha generato in te un'ansia anticipatoria che persiste e si manifesta attraverso i tuoi sintomi. Hai fatto molto bene a iniziare un percorso di psicoterapia, ma mi permetto di suggerirti che il tuo caso è da manuale per l'applicazione della terapia EMDR, psicoterapia breve specifica per i traumi, altamente supportata da evidenza scientifica. Trovi tutto su internet. Ma se ti trovi bene con la tua terapeuta e ne trai benefici, il mio consiglio è di continuare quella strada. In caso contrario, penso di averti fornito delle indicazioni alternative. Buona guarigione.

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia | Psicologia | Salute mentale | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!