Volevo avere qualche chiarimento in merito alla patologia del mio ragazzo che all'età di tre anni per la comparsa di dispnea si è sottoposto ad esame cardiaco dove si è rilevato la presenza di un soffio cardiaco. All'esame ecocardiografico di rilevava un ampio difetto interventricolare con Ventricolo destro iperteso e Shunt crociato. E' stato poi... Leggi di più sottoposto ad intervento chirurgico di chiusura DIV con patch in dacron sauvage in CEC presso il Monaldi di Napoli. All'esame annuale ultimo è emersa questa valutazione: "Patch interventricolare in sede, presenza di shunt residuo sinistro-destro ad elevata velocità(gradiente di pressione interventricolare stimato di circa 90mmHg). Ventricolo sinistro di dimensioni cavitarie aumentate (DTD 6.3 cm, DTS 4.5 cm), con normali spessori parietali (SIVd 0.9 cm,PPd 0.7 cm).Nei limiti la cinesi biventricolare. Apparati valvolari di normale morfologia e funzione. Aorta ed arteria polmonare di normale calibro. Non ostruzione agli efflussi ventricolari.Pericardio indenne. Poi "Apparato Cardiovascolare: PA: 107/60 mmHg, media 78 mmHg; FC= 77b/m. Aia cardiaca nei limiti, itto non visibile,palpabile al V sis sull'emiclaveare, il totno accentuato, soffio sistolico 2/6 al mesocardio con irradiazione a sbarra". Elettrocardiogramma: Ritmo sinusale FC 81 bpm, PR: 152 ms, Blocco di branca destra completo ( durata del QRS: 164 ms). Ecocardiogramma M-Mode/2D/Doppler/Color:Patch interventricolare in sede. Presenza di shunt interventricolare residuo con gradiente sin-dx massimo di 75 mmHg. Ventricolo sinistro dilatato (VStd 6.2 cm, VSts 3.9 cm) con normali spessori parietali (SIVd 0.9 cm, PPd 0.9 cm) e conservata funzione di pompa (33%). Atrio sinistro di dimensioni normali (3.9 cm). Normale pattern flussimetrico transmitralico. Cavità destre nella norma per volumetria e funzione. Insufficienza tricuspidalica di grado lieve con normale PAP. Conclusioni diagnostiche: Difetto interventricolare residuo in paziente già sottoposto a chiusura di ampoi DIV (1980). Io ora volevo sapere in pratica quanto effettivamente rischia, quante cose può fare o meglio su cosa si deve limitare e stare attento, quanti e quali sforzi è meglio evitare e ancora di più importante volevo sapere quanto potrà vivere in queste condizioni ed in età avanzata a cosa andrà in contro? Questo lo chiedo perchè è stato ora chiamato per effettuare un intervento di cateterismo con cui andranno a posizionare su questo "punto scucito" dal quale fuoriesce del sangue una sorta di ombrellino. Vi ringrazio di tutto cuore per la certa risposta.