24-03-2004

Volevo prima di tutto ringraziarvi per il servizio

Volevo prima di tutto ringraziarvi per il servizio che gentilmente offrite. Ho 19 anni e sono una persona sportiva (pratico corsa al 75-80% per 20 min 3 volte a settimana) e palestra. Veniamo al dunque: una paio di mesi fa ho fatto una serie di indagini sul mio Cuore visto che avveo strani sintomi come dolore al petto (a volte di tipo compressivo, altre pungente...), dolori al BRACCIO sinistro, dispnea. Così preoccupato ho fatto visite a pagamento anche perchè d'estate il mio medico curante è in vacanza, io anche così non sapendo aspettare ho fatto i seguenti esami: ECG sotto sforzo: completato per raggiungimento della frequenza di 169 bpm a 175watt con normali incrementi pressori nessuna alterazione ischemica. Ecg Holter: frequenti periodi di aritmia respiratoria, nessuna alterazione ischemica e un battito stimolato (cos'è un battito stimolato... un extrasistole?), media di 55 bpm minimo 39 durante il sonno e massimo 129 dopo aver salito 8 piani a piedi. Eco color doppler: tutto normale, ma hanno rilevato rigurgito di grado trascurabile (cos'è è qualcosa di serio?) e il volume telediastolico sinistro ai limiti superiori della norma (che comporta ciò? se supero anche i limiti superiori si tratterebbe di miocardiopatia ipertrofica?). COMMENTO DEL CARDIOLOGO: cuore d'atleta. Mi ha detto che è normale avere quella parte del cuore più grande essendo una persona sportiva, potete confermare? e per il rigurgito? posso continuare a fare sport che è fonte per me di allegria ? ah mi son dimenticato: ho fatto un ecg di controllo 2 mesi fa e hanno trovato marcata bradicardia sinusale (ma da 2 anni a questa parte non è una novità) e sopralivellamento st-t per ripolarizzazione precoce... potrei avere delle rassicurazioni al riguardo? così dopo settembre ho continuato a fare sport ma comincio ad avvertire le extrasistoli in maniera più frequente e fastidiosa soprattutto al mattino, con una sensazione di calore nella parte alta della schiena. mi scuso per la lunghezza del messaggio.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il suo cardiologo ha ragione. Lei ha un cuore d’atleta. Cerchi di vivere sereno e si fidi del suo cardiologo. Cerchi di non somatizzare a livello cardiaco alla sua giovane età.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!