Periodo di tempo, solitamente calcolato dal momento della diagnosi o dall'inizio di una terapia, durante il quale la patologia di cui soffre un paziente non progredisce. Il termine è impiegato in genere in Oncologia ed è uno dei parametri per valutare l'efficacia di una terapia.