Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Gelato: salute da gustare

gelato salute da gustare

Estate, si accendono i riflettori sull’alimento estivo per eccellenza: il gelato. Nel cono, in coppetta o in stecca, artigianale o confezionato, secondo una recente ricerca Eurisko/Igi, il gelato piace a 23milioni di italiani - soprattutto giovani (25-34 anni) e giovanissimi (15-24).

Promosso anche dalle mamme che lo considerano un must per l’Alimentazione dei figli, e lo acquistano almeno una volta a settimana scegliendo indifferentemente tra quello artigianale e quello industriale, il gelato è, dunque, una vera e propria passione per 7 italiani su 10. E mette tutti d’accordo, persino i più attenti alla linea.

Coniugare il desiderio di apparire in forma smagliante senza però rinunciare al gusto di un buon gelato, infatti, non è un sogno impossibile. Per le sue proprietà, i nutrizionisti sono concordi nel ritenere che il gelato possa essere mangiato tranquillamente, senza che si trasformi in un attentato alla linea.

Basta saper scegliere e moderare le quantità: una pallina di gelato alla frutta, ad esempio, può soddisfare il desiderio di dolce e al tempo stesso non procurare un eccessivo apporto calorico.

Infatti, con circa 300-500 calorie il gelato è 'più light' di molti altri dessert (basti pensare che l’apporto energetico di un tiramisù è ben tre volte superiore a quello di una coppa di gelato a base latte e sei volte rispetto a un sorbetto alla frutta) e fa bene alla salute: una delle proprietà benefiche dell’ice cream - emersa qualche anno fa da una ricerca svolta dall'Università Statale di Milano sugli aspetti nutrizionali del gelato artigianale – è, ad esempio, il buon livello di TAA (Attività Antiossidante Totale) che fanno del gelato – in particolare di quello ai gusti come fragola, frutti di bosco e cioccolato, ricchi di Vitamine A e C - un alleato contro i Radicali liberi. Inoltre la buona riserva di Vitamina C presente in quelli a base di agrumi, stimola la produzione di anticorpi.

Ma cosa dire della sensazione che si prova quando si sa di aver ceduto (o di essersi concessi coscientemente concessi) un piccolo 'peccato di gola?'. Uno studio londinese ha rivelato che gustando una coppa gelato si attiva la corteccia orbito-frontale sede delle emozioni positive: insomma, bando ai sensi di colpa, un buon gelato rende tutti appagati… e felici!

Il punto di vista
Dietistica

Il gelato è un alimento completo, fresco e semi-liquido, che ci permette di reintegrare le energie spese senza dare quella sensazione di appesantimento del 'piatto classico'.

Se poi scegliamo un gelato a base di latte con una cialda o il biscotto attorno, questo diventa un ottimo spuntino post-allenamento, soprattutto in questo periodo dell’anno, per reintegrare parte delle proteine necessarie ai muscoli.

Dopo aver svolto uno sforzo fisico è importantissimo recuperare al più presto le energie e i liquidi persi durante l’allenamento ma spesso si fa difficoltà a mangiare perché si ha la sensazione di avere lo 'stomaco chiuso'. Il gelato, quindi, è un ottimo alimento che può consumato tranquillamente anche da chi svolge un’attività fisica, sia esso uno sportivo amatoriale, che di alto livello.

Naturalmente il buon senso deve sempre farla da padrone: importante è non eccedere nelle porzioni e magari prediligere i gusti alla frutta (più ricchi di acqua e con meno grassi) piuttosto che le creme.

25/11/2015
18/07/2011
TAG: Scienza dell'alimentazione | Nutrizione | Estate