Natale, tempo di regali… e di stress

natale tempo di regali e di stress
MFL MFL

Da bambini si faceva il conto alla rovescia segnando i giorni che mancavano al Natale. Da adulti l’attesa rimane ma è molto meno serena e festosa: i giorni di festa non sono altro che causa di maggiore Stress psicofisico per i più grandi. Ultimi appuntamenti a lavoro, corse per acquistare i regali e le spese per rendere il cenone perfetto sarebbero tra le cause dell’aumento del livello di Stress tra gli adulti. Insomma si è ‘schiavi’ della tradizione e non è possibile rinunciarvi, anche a scapito della salute.

Impegni mondani, cene con i parenti e soprattutto lo shopping sono ai primi posti nella hit parade dello stress natalizio. Ed è proprio lo shopping, tanto amato dalle donne durante tutto l’anno, ad essere la fonte principale di Ansia e nervosismo. Almeno cosi dimostra uno studio della University of East London in collaborazione con Moneysupermarket Shopping. È stato chiesto a 15 uomini e 15 donne di effettuare acquisti natalizi in 75 minuti. Dopo lo shopping il livello di stress negli uomini era raddoppiato, mentre nelle donne addirittura triplicato.

Insomma, anche quello che di solito è fonte di sfogo per il gentil sesso si trasforma, durante le feste, in un ostacolo in più al riposo. La causa di tutto questo? Si ha poco tempo e si vuole rendere tutto perfetto. A ciò si aggiunge la pesante crisi economica che sta segnando questa fine d’anno, un ulteriore nemico per la buona riuscita delle serate natalizie in famiglia.
L’aumento dello stress registrato è di per sé un problema, ma sono da tenere sotto controllo tutti quei soggetti che soffrono di problemi cardiaci e di pressione alta.

Chi pensa di poter finalmente staccare la spina durante le tanto attese festività sbaglia di grosso! Allo stress da acquisto si aggiungono le tentazioni a tavola: cenone, pranzi e dolci sono il nemico numero uno della linea conquistata con fatica in palestra.

Ma gli esperti tranquillizzano tutti i fanatici della linea perfetta: è inutile privarsi delle bontà che offre la tradizione culinaria natalizia; il segreto è, invece, ridurre le quantità e assaggiare tutto senza appesantirsi eccessivamente e senza esagerare con le quantità.
Ma il vero consiglio è quello di dedicarsi davvero a sé stessi e alla propria famiglia: pensare alla propria salute e partire per una vacanza al sole o, se proprio non ci si può allontanare, dedicarsi allo shopping on-line per ridurre le cause di stress.

ALTRI CONTENUTI DA CONSULTARE:

  • Buone, dolci, feste!
  • Le buone feste dell’Italia dei sapori
  • L’ipertensione ‘nemica’ di ben 12 milioni di italiani
  • Lo shopping natalizio fa male alla salute
Il punto di vista
Psicologia e Psicoterapia Psicologia clinica

La vita moderna ha già dei tempi disumani nella quotidianità.

Nel periodo pre-feste natalizie, questi si decuplicano ancora, per portarci ad uno stress maggiorato. Inoltre, come giustamente, cita l’articolo, da non sottovalutare la crisi economica, già fonte di ansia normalmente ma che a Natale ci colpisce ancor di più.

Forse perché nel nostro piccolo vorremmo poter mantenere le tradizioni natalizie come facevano i nostri nonni. Avere gioia di comprare regali, di preparare un cenone. Invece, ci imponiamo di mantenere tutto invariato tentando disperatamente di risparmiare, aggiungendo stress a stress.

Forse le tradizioni potrebbero essere mantenute in altro modo. Forse potremmo concentrarci su preparare un albero fai da te con i nostri bambini. Forse potremmo costruire dei mini regali noi ed incartarli con la carta di giornale.

Forse lo spirito natalizio potrebbe essere mantenuto nel passare del tempo di qualità con i nostri cari. Tutto ciò forse ci preserverebbe di più dall’ansia e dalla depressione indotte da questi ulteriori stress ed arricchirebbe le nostre vite e quelle dei nostri cari di una briciola.

04/06/2015
22/12/2008
TAG: Psicologia | Salute mentale