Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Quanto e come bere prima e dopo l'attività sportiva

quanto e come bere prima e dopo l attivita sportiva

L'idratazione quando si fa attività fisica è molto importante. Reintegrare i liquidi perduti con la sudorazione significa riequilibrare la concentrazione di acqua, sali minerali, vitamine.

È importante anche bere durante lo sport, così come garantire una corretta e bilanciata idratazione, perché a volte anche esagerare con i liquidi può far male. Soprattutto nei mesi estivi i bambini vanno controllati e vanno invitati a bere frequentemente. Un'adeguata idratazione consente all'Organismo di regolare la temperatura corporea, garantire il giusto apporto di Sangue ad organi e tessuti, non perdere energia e, cosa importante per gli atleti, non compromettere le prestazioni sportive.

Ma quanta acqua bisogna bere? La giusta misura è essenziale. I rischi per la salute possono verificarsi anche quando si beve troppo. L'ipernatriemia è caratterizzata da un basso contenuto di sodio nel sangue e si verifica quando si beve troppa acqua che diluisce la quantità di sodio nel sangue e può causare sintomi come gonfiore allo Stomaco, nausea, crampi, dita gonfie, mal di testa. È importante cominciare a bere prima di sentire sete perché la sete è il sintomo che si è già disidratati.

Ecco qualche consiglio valido per i piccoli atleti:

  • bere 2 ore prima dell'attività fisica;
  • bere 30 minuti prima dell'attività fisica;
  • bere ogni 15-20 minuti durante l'attività fisica;
  • dopo lo sport bere fino a quando non ci si sente sazi;
  • controllare regolarmente le urine che devono avere un colore giallo chiaro.

E gli adulti? È noto che già in presenza di una disidratazione del 2% della massa corporea possono venir compromesse le performance fisiche e mentali. Inoltre ogni caloria di dispendio energetico va compensata con 1 millilitro d'acqua.

L'idratazione, quindi, riveste primaria importanza. L'acqua deve essere la principale fonte di idratazione, sia prima che durante l'attività fisica (è buona norma bere un quarto di litro ogni 15 minuti circa durante l'allenamento). E dopo lo sport il consiglio è di bere acqua fresca a piccoli sorsi ogni quarto d'ora.

Il punto di vista
Medicina dello sport

“Poco” fa male, ma “troppo” può causare allo stesso modo problemi per la salute. Bere regolarmente durante l’attività fisica e non solo quando se ne sente il bisogno, è sicuramente una indicazione valida.

Dopo lo sport, un indice di carenza idrica può essere il peso corporeo: una perdita di peso di 2-2.5 kg non ha bisogno di reintegrazioni specifiche. Se invece il peso perduto arriva ai 3 kg o li supera, è bene utilizzare per il reintegro non acqua semplice, ma un reintegratore idro-salino.

Non si deve poi dimenticare che una corretta alimentazione, con frutta e verdura in abbondanza, garantisce le idonee quantità di liquidi e sali minerali necessarie al nostro organismo.

Un reintegratore “fai da te” (e di poco costo):

  • 1.5 litri di acqua
  • ½ cucchiaino di sale da cucina
  • 1 grammo di Aspartato di Potassio (si trova in Farmacia)
  • Succo di limone, arancio, mandarino a piacere
03/04/2018
22/04/2015
TAG: Benessere psicofisico | Medicina dello sport | Sport e Fitness | HR - Sportivo | STEP - Sportivo | Adulti | Giovani