La primavera è alle porte e le palestre e i centri sportivi registrano, in questo periodo, un’impennata delle iscrizioni in vista della temuta prova-bikini. Ma quali sono i trend del 2012 nell’attività fisica?

A stilare la top 20 delle nuove tendenze è stato l’American College of Sports Medicine che ha coinvolto in uno studio 2600 professionisti, tra istruttori, personal trainer, medici sportivi, per stilare una speciale classifica delle esigenze dei frequentatori della palestra nonché i programmi sportivi più richiesti e ambiti.

Vediamo nel dettaglio quanto emerge dal report. Innanzitutto, la professionalità degli istruttori: sembra essere un’esigenza imprescindibile per chi frequenta le palestre. Il dato si colloca saldamente al primo posto di questa speciale classifica da ben cinque anni.

Walter R. Thompson, portavoce dell’ACSM, ricorda che i frequentatori delle palestre si aspettano di incontrare dei professionisti educati, disponibili e soprattutto estremamente esperti e certificati. In Europa l’ente che si occupa di certificare la formazione e la professionalità degli allenatori è l’European Qualifications Framework che indica i requisiti professionali minimi per insegnare fitness.

Al secondo posto delle esigenze più importanti dei frequentatori dei centri sportivi c’è l’accesso a programmi di allenamento per la forza: non solo body building, ma soprattutto pesistica, allenamento per il tono muscolare e la resistenza, da abbinare a programmi di allenamento aerobico. Al terzo posto una novità assoluta: i programmi di fitness per gli anziani. Sono sempre più numerose le persone over 50 che si iscrivono in palestra per frequentare appositi corsi di ginnastica.

E i centri sportivi non possono più prescindere dall’offrire questo tipo di servizi. Al quarto posto, i programmi di fitness uniti ai consigli per la corretta Alimentazione per perdere peso: i clienti delle palestre si aspettano di avere accesso a programmi per perdere peso incorporando anche un regolare esercizio fisico e una restrizione calorica per un migliore controllo del peso.

Sulla stessa scia anche l’esigenza che si colloca al quinto posto: ampio spazio ai programmi di fitness per bambini per combattere l’obesità sin da piccoli. Al sesto posto troviamo la richiesta di personale formato anche sul fronte della salute e non solo del fitness: Thompson spiega che sono sempre più numerosi gli studenti che si laureano in kinesiologia, la disciplina che ha l’obiettivo di riequilibrare la struttura muscolo-scheletrica e le emozioni. Ciò dimostra che è sempre più alta l’attenzione al benessere psicofisico ma anche alla salute.

Al settimo posto il Core Training, una forma di allenamento che si focalizza sui muscoli stabilizzatori di addome, torace e schiena. La possibilità di eseguire allenamento di gruppo con un personal trainer personalizzato è un’esigenza che si colloca all’ottavo posto: si riducono i costi e si ottimizza l’allenamento.

Al nono posto i frequentatori delle palestre chiedono di avere l’opportunità di frequentare corsi di ballo e allenamenti all’ultima moda: la Zumba, un allenamento che unisce i ritmi latini con un allenamento di resistenza, o il Pilates ne sono esempi eclatanti.

Infine al decimo posto troviamo la richiesta di programmi per migliorare l’idoneità funzionale: migliorare equilibrio e forza per svolgere in modo più semplice e naturale anche le attività quotidiane. Un’offerta che va incontro alle esigenze soprattutto dei frequentatori più anziani dei centri sportivi.