Correzione ottica della presbiopia
01 Marzo 2010
|
3 minuti

Correzione ottica della presbiopia

Attualmente la compensazione della presbiopia si effettua con lenti oftalmiche e/o con lenti a contatto apposite, adatte ad assicurare una visione chiara, non faticosa, nitida a tutte le distanze.
In questo articolo:

Attualmente la compensazione della presbiopia si effettua con lenti oftalmiche e/o con lenti a contatto apposite, adatte ad assicurare una visione chiara, non faticosa, nitida a tutte le distanze.

Lenti oftalmiche

Le lenti oftalmiche rappresentano la soluzione correttiva più utilizzata. Ne esistono diverse tipologie a seconda delle necessità:

  • Lenti monofocali: sono le cosiddette “lenti da lettura”, o “occhialino”.
  • Lenti bifocali: per una visione nitida vicina e lontana ma non a distanza intermedia.
  • Lenti a profondità di campo: risolvono il problema della visione da lontano ma non consentono di mettere a fuoco a distanza intermedia.
  • Lenti multifocali o progressive: assicurano una visione nitida a tutte le distanze, possibile poiché abbassando lo sguardo gli occhi ricercano la porzione di lente con la gradazione idonea ad una messa a fuoco dell'oggetto osservato.

Lenti a contatto

Al giorno d'oggi, le lenti a contatto rappresentano la soluzione ottimale per compensare la presbiopia e migliorare le aspettative visive di chi le indossa, aggiungendo al vantaggio della miglior visione da vicino, da lontano e a distanza intermedia, anche il vantaggio di una maggior attenzione al look e al desiderio di molti di non mostrarsi con gli occhialini da lettura.

Esistono diverse modalità per compensare la Presbiopia con lenti a contatto.

  • Lenti bifocali/trifocali: comprendono due o più tipi di correzione facendo sì che il Portatore possa usufruire di una visione da lontano e da vicino.
  • Lenti monovisione: è una tecnica di applicazione in cui viene prescritta una lente per la visione da lontano per un occhio e un'altra lente per quella da vicino per l'altro occhio. Entrambi gli occhi lavorano insieme per mettere a fuoco gli oggetti. Il cervello deve interpretare le immagini viste e impara a selezionare l'immagine nitida.
  • Lenti multifocali o progressive: sono lenti a contatto che consentono una visione ottimale a tutte le distanze. Le lenti a contatto multifocali rappresentano, inoltre, una soluzione molto pratica anche per miopi, ipermetropi e astigmatici che già fanno uso di lenti a contatto per correggere il loro difetto visivo poiché permettono loro di continuare ad utilizzare lo stesso ausilio visivo indipendentemente dalla loro età.

Le lenti a contatto consentono risultati visivi funzionali alle più svariate esigenze quotidiane di lavoro e svago. In ogni caso una visita dal proprio ottico di fiducia consentirà di scegliere le lenti a contatto più adatte alle proprie esigenze.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Oftalmologia
Santa Maria a Vico (CE)
Specialista in Oftalmologia
Ascoli Piceno (AP)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Oftalmologia
Milano (MI)
Specialista in Oftalmologia
Prov. di Caserta
Specialista in Oftalmologia
Avezzano (AQ)
Specialista in Oftalmologia
Prov. di Foggia
Specialista in Oftalmologia
Venezia (VE)
Specialista in Oftalmologia
Montebelluna (TV)
Specialista in Oftalmologia
Catanzaro (CZ)
Specialista in Oftalmologia e Medicina generale
Paola (CS)