L'importanza della prevenzione per la salute degli occhi

l importanza della prevenzione per la salute degli occhi
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

Non meno di 4,5 milioni di persone al mondo soffrono di glaucoma, e si stima che entro il 2020 le persone colpite saranno circa 11 milioni. Anche se rappresenta la seconda più comune causa di cecità, ancora molte persone non hanno idea di cosa sia. Eppure il 90% delle cecità provocate da Glaucoma può essere prevenuta con una diagnosi precoce.

Che cosa è il glaucoma?

Il glaucoma è una neuropatia ottica progressiva e, purtroppo, irreversibile. Anche se al suo sviluppo concorrono molti fattori, l’alta pressione oculare sembra essere una delle cause principali. Anche il Diabete riveste un ruolo significativo. Le persone con diabete possono sviluppare glaucoma cronico, un tipo di glaucoma che non differisce affatto da quello che si può sviluppare in persone senza diabete. Né prevede un trattamento specifico, anche se bisogna fare attenzione ad alcune controindicazioni dei farmaci.

Perché si verifica ipertensione oculare?

Tra le due camere dell’occhio vi è un liquido trasparente chiamato umore acqueo. In un occhio sano, per mantenere una pressione costante, viene continuamente prodotta una piccola quantità di Umore acqueo che fluisce attraverso un piccolo drenaggio chiamato trabecolato, una rete di cellule e tessuti situati in una zona dell’occhio chiamata angolo di drenaggio. Quando questo fluido non può essere riassorbito, quando manca l’equilibrio tra la produzione e il suo riassorbimento, aumenta la pressione intraoculare.

Quali tipi di glaucoma esistono?

Esistono diverse tipologie di glaucoma, ciascuno con una propria origine e diversa evoluzione. Nella maggior parte dei casi si diagnostica un glaucoma cronico o glaucoma ad angolo aperto.

  • Glaucoma ad angolo aperto o cronico. Quando si soffre di questo tipo di glaucoma l'umore acqueo non scorre attraverso il trabecolato come dovrebbe. L'angolo di drenaggio ostruito è meno efficiente nel drenare il liquido in eccesso con conseguente aumento della pressione intraoculare (PIO). Con il tempo l’alta pressione intraoculare finisce per danneggiare le fibre nervose. Questo è il tipo di glaucoma che spesso sviluppano le persone con diabete.
  • Glaucoma ad angolo chiuso o stretto. Si verifica quando l'angolo di drenaggio è completamente bloccato. In questi casi la pressione oculare aumenta molto rapidamente causando forti dolori agli occhi e sulla fronte, nausea e vomito. Un attacco di questo tipo di glaucoma richiede un’attenzione medica particolare.
  • Glaucoma congenito. È quello che si presenta prima dei tre anni di vita e come conseguenza di uno sviluppo difettoso del drenaggio umore acqueo (NOTA: drenaggio dell’umore acqueo) che provoca un accumulo di umore all'interno dell'occhio e un aumento della pressione intraoculare.

Quali sono i sintomi?

È importante fare attenzione al fatto che il glaucoma cronico, che possono sviluppare le persone con diabete, si sviluppa in silenzio ed è asintomatico. L'occhio è in grado di adattarsi a livelli molto elevati di pressione senza dare alcun sintomo né preavviso. Alcuni sintomi come dolore oculare, perdita della vista e mal di testa, spesso associati a questa malattia, non sono esattamente i segni tipici del glaucoma cronico. Ecco perché è importante sottoporsi regolarmente a visita di controllo del fondo e della pressione oculare.

Come si diagnostica?

Il più delle volte il glaucoma viene diagnosticato durante una visita oculistica. Raramente è accompagnato da sintomi e quando questo accade, solitamente la malattia è a uno stadio molto avanzato. La prevenzione è quindi molto importante. Ecco come si fa:

  • Misurazione della pressione intraoculare per mezzo della tonometria, un controllo rapido, semplice e completamente indolore. Livelli pressori tra 8 e 21 mm Hg sono giudicati entro la norma anche se sarà l’oculista a valutare il valore confrontandolo con lo spessore della cornea, l’età, il fondo oculare.
  • Analisi del nervo ottico. Esistono metodi sempre più sofisticati per lo studio del nervo ottico: polarimetria, tomografia a coerenza ottica, tomografia a scansione laser. Con questi test è possibile osservare la progressione della malattia e il danno glaucomatoso.
  • Perimetria. Permette di valutare l’ampiezza dello spazio visivo percepito e di conoscere l'impatto funzionale della lesione del nervo ottico.
  • In caso di diabete è necessario prestare particolare attenzione ai propri occhi. Non aspettatevi di avere sintomi, questi arrivano quando la malattia è a uno stadio avanzato. E questo non deve accadere: il glaucoma è una patologia del tutto evitabile.

Purificación Salgado, Giornalista

Leggi anche:
Che cos’è, quali sono le cause e come si cura il glaucoma dell’occhio.
28/02/2017
25/12/2012
TAG: Oftalmologia | Occhi | Vista
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche