Reperimento dei Potenziali Donatori di Organi



CENTRO DI Rianimazione

DONATORI

SEGNALATI

EFFETTIVI

UTILIZZATI

MULTIORGANO

RM

Osp. S. Camillo

46

23

18

14

RM

Osp. S. Giovanni

21

10

10

6

RM

Osp. S. Filippo

20

6

5

2

RM

Osp. C.T.O.

19

5

4

2

RM

Pol. Umberto I

16

7

6

5

RM
Pol. Gemelli

11

6

6

5

RM

Osp. S. Spirito

11

3

2

0

VT

Osp. Belcolle (VT)

7

3

3

1

RM
Sandro Pertini

6

4

4

4

RM

Osp. S. Eugenio

5

2

1

1

FR
Umberto I
4
1
1
1
RI
San. Camillo
3
1
1
1
RM
San. Giacomo
2
0
0
0
RM

Bambino Gesù

2

2

2

1

LT
S. Maria Goretti
1
0
0
0

TOTALE

174

73

62

43



CENTRO DI Rianimazione

ORGANI TRAPIANTATI

RENE

PANCREAS

CUORE

FEGATO

POLMONE

RM

Osp. S. Camillo

28
4
7
14
2
RM

Osp. S. Giovanni

13

0

2

9

0

RM

Osp. S. Filippo

6

0

1

4

0

RM

Osp. C.T.O.

8

0

0

2

0

RM

Pol. Umberto I

10

0

1

6

0

RM
Pol. Gemelli

12

0

0

5

0

RM

Osp. S. Spirito

2

0

0

1

0

VT

Osp. Belcolle (VT)

5

0

0

1

0

RM
Sandro Pertini

8

0

4

4

0

RM

Osp. S. Eugenio

2

0

0

1

0

FR
Umberto I

2

0

1

1

0

RI
San. Camillo

2

0

1

1

0

RM
San. Giacomo

0

0

0

0

0

RM

Bambino Gesù

2
0
1
2
0
LT
S. Maria Goretti
0
0
0
0
0

TOTALE

100

4

18

51

2



Dati aggiornati anno 2001

Attivita' di reperimento e prelievo dei potenziali


Periodo 1993-2000

        L’attività di reperimento dei PDO nel Lazio è stata sempre più bassa rispetto a quella registrata complessivamente in Italia. In particolare non si è registrata nella nostra regione quel trend di crescita delle donazioni che ha invece caratterizzato negli ultimi tre anni l’attività di diverse regioni del Centro-Nord. Infatti dopo un significativo incremento della donazioni avvenuto nel 1996, si è registrato negli anni successivi una stabilizzazione del numero delle donazioni registrate.

Anno in Corso


rep anno

Il confronto dell’attività di reperimento dei PDO registrato nell’anno in corso ha dimostrato un significativo incremento nel numero dei soggetti segnalati nei primi 2 trimestri a dimostrazione di una maggiore partecipazione dei centri di Rianimazione all’organizzazione regionale per i trapianti.

Donatori segnalati - Anno 2000



perc utilizzo


Secondo le ultime statistiche, ad oggi solo il 45,2% dei PDO segnalati al CRTL è stato utilizzato per le attività di prelievo degli organi.
        La maggiore causa di mancato utilizzo dei donatori segnalati è stata la opposizione da parte dei familiari al prelievo.

perc non utilizzo


        Il dato sottolinea come questo sia uno dei punti prioritari sui quali è necessario intervenire con specifici programmi per la preparazione del personale sanitario alla comunicazione del lutto, all’aiuto ai familiari e per la richiesta del consenso alla donazione.

        Anche con la nuova legge, fino a quando non saranno attivate le modalità per la manifestazione del consenso, il colloquio con la famiglia resta il punto cruciale per la donazione di organi.
06/02/2007