Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

02/08/2016

Amicomed vola a San Francisco per combattere l'ipertensione negli USA

amicomed vola a san francisco per combattere l ipertensione negli usa
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

Dopo l’enorme successo del recente pilota lanciato in Italia, Amicomed, il primo servizio digitale per la gestione della pressione arteriosa, ha ottenuto un ulteriore riconoscimento. La startup, con sede in Svizzera, è stata selezionata da Launchpad Digital Health – Ground Zero Program (LDH – GZ), il programma di accelerazione statunitense dedicato alle neo-aziende della salute. Amicomed è stata l’unica impresa europea selezionata da LDH-GZ, e verrà inserita, nel corso dei 4 mesi di accelerazione, nel nuovo digital health hub per analizzare e testare i piani di business, le operazioni, lo scaling, le partnership e altro ancora.
 
Giangiacomo Rocco di Torrepadula, Ceo e co-founder di Amicomed ha già messo le basi nella nuova sede in Mission Street a San Francisco, da dove annuncia i nuovi ambiziosi obiettivi della startup: “Il servizio di gestione dell’ipertensione di Amicomed otterrà sicuramente un grande beneficio da questo programma, migliorando il nostro ambizioso e innovativo progetto, al fine di renderlo accessibile anche alla popolazione ipertesa degli Stati Uniti”.
 
Il programma di Amicomed per la gestione della pressione arteriosa dura tre mesi ed è completamente incentrato sull’utente, consentendo di governare l’ipertensione agendo solo sui cambiamenti dello stile di vita. Grazie a tri​gger motivazionali e ad una piacevole e intuitiva user experience, il programma aiuta le persone a modificare le proprie abitudini, suggerendo quali cibi mangiare, i tipi di attività fisica da fare, come e quando misurare la pressione sanguigna e altro ancora.

Leggi anche: Diabete
Amicomed è il programma che ti aiuta a ridurre la pressione arteriosa aiutandoti a cambiare stile di vita.

Negli Stati Uniti, l’ipertensione è uno dei rischi sanitari più costosi, con una spesa superiore ai 47 miliardi di dollari all’anno. Pur non presentando alcun sintomo apparente, questo disturbo può indurre complicanze potenzialmente letali, come ictus, malattie cardiache, renali, coronariche e disturbi della vista. Secondo US Center for Disease Control sono 70 milioni gli americani che soffrono di ipertensione, ma di questi solo il 50% riesce a tenerla sotto controllo. La gestione di questo rischio potrebbe avere un impatto importante sulla spesa sanitario, creando notevoli risparmi. Inoltre, il programma Amicomed è progettato per essere adottato da grandi clienti quali compagnie di assicurazione sanitaria, programmi di salute e benessere nazionali e da tutte le aziende volte all’adozione di comportamenti corretti per la gestione delle malattie croniche.
 
L’efficacia del programma Amicomed è stata provata da diversi studi pilota, che hanno tutti registrato risultati estremamente significativi, tali da essere presentati ai principali congressi internazionali, tra cui, solo nel 2016, all'American College of Cardiology e presso l'American Society of Hypertension.

Proprio grazie a questi successi la startup è approdata in USA per raggiungere l’ambizioso obiettivo di combattere l’ipertensione anche oltre oceano.

TAG: Benessere psicofisico | Cuore | Digital health | Ipertensione | Malattie dell'apparato cardiovascolare
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche