Ridurre la pressione cambiando stile di vita: con Amicomed si può

ridurre la pressione cambiando stile di vita con amicomed si puo
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

Avanzare dell’età, stile di vita sedentario, alimentazione ricca di sodio e di grassi animali, fumo di sigaretta e uso eccessivo di alcol: questi fattori possono portare la pressione arteriosa ad aumentare pericolosamente, superando facilmente i valori ottimali di 120/80 mmHg. Quando la pressione è più alta, ed addirittura supera la soglia di 135/80 si parla di ipertensione arteriosa, una patologia cronica che solo in Italia colpisce circa 15 Milioni di persone.
 
Sebbene priva di una sintomatologia specifica iniziale, la pressione alta è uno dei più importanti fattori di rischio che può provocare eventi cardiovascolari anche gravi, come infarto e ictus. È per questo che l’attenzione dei medici è sempre alta nei confronti di questa patologia.
 
Gli studi scientifici hanno dimostrato che per tenere sotto controllo la pressione arteriosa, il primo fondamentale passo è di adottare uno stile di vita salutare: basterebbe mettere in pratica alcuni semplici consigli, infatti, per ridurre naturalmente i livelli pressori, indipendentemente dall’uso di farmaci.
 
Tuttavia, proprio per l’assenza di sintomi, è spesso difficile per le persone ipertese comprendere, accettare e seguire i consigli del medico, ed anche la terapia farmacologica ha un livello di aderenza del paziente molto basso. 
 
Se seguire una terapia farmacologica è difficile, ancor più lo è cambiare abitudini di vita. Ma allora come è possibile gestire la pressione alta?
 

Il programma Amicomed

Nei casi in cui l’ipertensione è ancora in fase iniziale (sia in presenza di  pre-ipertensione che di ipertensione stadio 1) modificare lo stile di vita può notevolmente aiutare a ridurre la pressione arteriosa. Non bisogna, comunque dimenticare, che le modifiche degli stili di vita devono essere prescritti ad ogni stadio di ipertensione.
 
Seguire una dieta ricca di frutta e verdure, ridurre l’assunzione di grassi animali e di cibi salati, eliminare alcol e fumo e fare almeno 30 minuti di attività fisica al giorno. Sembrano consigli semplici da seguire, eppure risulta poi difficile tradurli nella pratica quotidiana. Ma una soluzione c’è, e si chiama Amicomed.
 
Amicomed potrebbe essere inquadrata come una terapia digitale, questo perché è uno strumento tecnologico digitale in grado di aiutare le persone con problemi di ipertensione arteriosa a modificare le proprie abitudini quotidiane per abbassare la pressione arteriosa, affiancandosi alle terapie farmacologiche e senza sostituirle.
 
Per attivare il programma Amicomed è necessario scaricare l’app, disponibile su App Store, e iscriversi al servizio di Coach o iscriversi al sito web www.amicomed.com. All’atto di registrazione, il sistema guida l’utente alla compilazione di un questionario sullo stile di vita e le preferenze alimentari.
 
Queste informazioni sono necessarie al servizio per creare un programma di riduzione della pressione veramente personalizzato, che consiste in un completo e dettagliato schema dietetico, in un programma di attività fisico quotidiano e da alcuni consigli che vengono somministrati mensilmente.
Amicomed, considerando la struttura fisica dell’utente, il suo peso e lo stato di salute propone un programma trimestrale per ridurre la pressione, ponendo degli obiettivi basati sulle misurazioni della pressione arteriosa di partenza.
 
A partire dalle preferenze dell’utente, la dieta del programma Amicomed propone, per ogni pasto, una combinazione bilanciata di alimenti, per garantire la giusta quantità di elementi nutritivi, ma anche la corretta fonte. Anche l’attività fisica viene suggerita in base agli stili di vita dell’utente con una chiara indicazione di durata, intensità e frequenza degli esercizi. Infine, Amicomed ricorda all’utente di monitorare la pressione arteriosa quotidianamente e ne interpreta i valori in base al programma e agli obiettivi prefissati.
 
In tal modo, l’utente è guidato nell’assunzione del corretto  stile di vita, traducendo i consigli in piccoli gesti quotidiani per ridurre la pressione alta. Il programma, permette anche di impostare degli avvisi per ricordarsi di assumere i farmaci antipertensivi, laddove la terapia prescritta dal medico lo prevede.
Se seguito correttamente, il programma Amicomed consente di raggiungere ottimi risultati anche alle persone più restie a cambiare le proprie abitudini.
 

Leggi anche:
L'ipertensione arteriosa è un disturbo della pressione del sangue: una condizione molto diffusa che può essere controllata con stili di vita equilibrati.
20/12/2016
04/07/2016
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche