Roma, 6 ago. (Adnkronos Salute) - "Sono molto soddisfatto. Come si dice, meglio tardi che mai". Così all'Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, commenta l'obbligo di Green pass introdotto dal Governo per il personale scolastico.
"Per la scuola sarebbe stato opportuno introdurlo un po' prima perché - sottolinea il medico - adesso bisogna correre. C'è ancora una quota parte di insegnanti che non mi pare sia vaccinata e quindi, considerando che per fare la vaccinazione, tra la prima e la seconda dose, per andare a regime ci vuole un mese - nota Bassetti - è chiaro che" il provvedimento "è arrivato un po' tardivamente. Se oggi tutti quanti corressero a vaccinarsi avremmo un'adeguata copertura proprio per l'inizio della scuola. Ma non mi pare che sia fattibile che tutti si vaccinino oggi stesso, quindi in qualche modo si rischia di andare un po' lunghi".
"Quello che dispiace - osserva l'infettivologo - è che sulla scuola nel mese di luglio non si sia fatto praticamente nulla, o quanto meno la percezione è che si è fatto meno di quello che si sarebbe potuto e dovuto fare".