Roma, 11 giu. (Adnkronos Salute) - Aiutare i fumatori, oltre 1,1 miliardi nel mondo, "ad accedere a prodotti a base di nicotina più sicuri e adeguatamente regolati, come le sigarette elettroniche, per smettere quando hanno difficoltà ad accedere alle terapie". E' uno dei temi rilanciati dagli esperti del 'Global Forum on Nicotine' (Gfn20), che si apre oggi e si svolge quest'anno online. Il tema dell'edizione 2020 è 'Nicotina: scienza, etica e diritti umani'.
"Gli sforzi per il controllo del tabacco condotti da agenzie internazionali come l'Oms hanno abbassato i tassi globali di fumo, sebbene resti ancora molto da fare - ha ricordato il Gfn20 - L'80% dei fumatori nel mondo vive in Paesi a basso e medio reddito, ovvero quelli meno in grado di attuare misure di controllo del tabacco e con i sistemi sanitari meno in grado di far fronte al peso delle malattie legate al fumo".
"Molti fumatori possono smettere da soli o con terapie sostitutive della nicotina - evidenziano gli esperti - Molti non possono o non sono in grado di accedere o di permettersi tali terapie. Laddove disponibili e convenienti, i prodotti più sicuri a base di nicotina come i vaporizzatori e lo 'snus' (tabacco da masticare) offrono ai fumatori più opzioni per abbandonare le sigarette".