Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Visite
  • Salute A-Z
  • Chi siamo
  • MediciMedici
  • AziendeAziende
I consigli dell'esperto contro l'incontinenza urinaria
4 minuti di lettura

I consigli dell'esperto contro l'incontinenza urinaria

In occasione della Giornata dell'incontinenza urinaria, ecco alcuni trucchi per ridurre al minimo l'impatto delle perdite urinarie sulle vacanze.
In questo articolo:

“L’incontinenza è uno degli ultimi tabù medici da sconfiggere ed è nostro dovere divulgare il messaggio. Ma per farlo c’è anche bisogno di dare un impulso all’innovazione tecnologica e alla qualità dei dispositivi medici”. È questo il messaggio del Presidente della FINCOPP Francesco Diomede in occasione della Giornata dell’incontinenza urinaria, che si celebra oggi 28 giugno e il cui obiettivo principale è quello di aumentare nei cittadini, nelle istituzioni e nelle figure professionali la consapevolezza dell’importanza di una diagnosi corretta e di una terapia appropriata per combattere un problema che colpisce ben 5 milioni di persone nel nostro Paese.

L’evento, promosso da FINCOPP e patrocinato dal Ministero della Salute, coinvolgerà diverse strutture ospedaliere che visiteranno gratuitamente i cittadini; inoltre la FINCOPP sarà presente anche nelle piazze italiane insieme a vari esperti per fornire informazioni e consulenza.

Leggi anche:
Il 28 giugno è la Giornata dell'Incontinenza Urinaria, un disturbo che può incidere negativamente sulla qualità della vita. Focus sulla prevenzione.

Incontinenza urinaria maschile: i consigli dell’esperto

Uno dei falsi miti più comuni sull’incontinenza urinaria è che questo disturbo interessi esclusivamente il sesso femminile. Si tratta, infatti, di un fenomeno che colpisce una fetta importante dell’universo maschile: il 35% degli uomini oltre i 40 anni può avere problemi alle vie urinarie e ben 1 uomo su 4 può manifestare episodi di perdite con significativi risvolti sulla sua vita sociale e sulla sua autostima.

“Per questi uomini non è semplice convivere con le perdite urinarie soprattutto d’estate, durante la quale da una parte l’aumento delle temperature enfatizza il problema dei cattivi odori, della sudorazione e aumenta il rischio di infezioni uro-genitali, dall’altra intervengono implicazioni psicologiche legate all’esigenza di indossare vestiti leggeri” spiega il Dr. Andrea Militello, Specialista in Urologia.

Come affrontare al meglio i disagi legati ai problemi uro-ginecologici e come tenere sotto controllo le perdite urinarie? In occasione della Giornata dell’incontinenza urinaria, ecco i 6 consigli dell’esperto per godersi l’estate senza imprevisti.

  1. L’idratazione fa bene e aiuta a mantenere in salute la vescica. È importante assumere almeno 2 litri di acqua al giorno, evitando invece il caffè, tè, bevande gassate e alcol perché contribuiscono alla reattività della vescica.
  2. Non dimenticare le protezioni assorbenti; quelle in commercio sono in grado di lasciare asciutto lo strato di tessuto a contatto con le mucose per ridurre il rischio di infezioni, arrossamenti e irritazioni.
  3. Presta attenzione alla tua igiene intima: soprattutto in estate e con le alte temperature, infatti, è raccomandato aumentare i lavaggi intimi per ridurre il rischio di batteri, cattivo odore e infezioni.
  4. Scegli protezioni diverse a seconda delle tue specifiche esigenze, anche in termini di vestibilità: da uno scudo protettivo, più discreto e in grado di offrirti un’elevata discrezione, a una mutandina a più elevato potere assorbente simili alla tua biancheria intima.
  5. Abitua la vescica allo svuotamento programmato: è un ottimo metodo per rieducare la vescica e riavere il controllo, così da sentirsi più libero durante le uscite.
  6. Previeni l’incontinenza con gli esercizi di Kegel: la ginnastica pelvica è un validissimo aiuto per la riabilitazione del pavimento pelvico e migliorare la gestione dell'incontinenza urinaria. Dopo aver individuato i muscoli corretti, bastano delle semplici e veloci contrazioni di 5/10 secondi per ottenere risultati importanti e soprattutto avere maggiore consapevolezza del proprio corpo e del proprio disagio.
Leggi anche:
L'incontinenza urinaria è la perdita involontaria di urina, una condizione molto frequente che riguarda soprattutto l’universo femminile.

L’hai trovato utile?

Condividi

Iscriviti alla newsletter di Paginemediche
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali