19/09/2016

Life Support Emergency Management: un progetto per affrontare le maxi emergenze

life support emergency management un progetto per affrontare le maxi emergenze
GoSalute
Scritto da:
GoSalute
Life Support Emergency Management. È questo il nome del progetto della Regione Sicilia e degli Ordini dei Medici della Provincia di Palermo, presentato lo scorso 16 settembre presso la sede dell’Ordine dei Medici di Palermo (Villa Magnisi). L'obiettivo è quello di dare una risposta immediata alle maxi emergenze regionali e nazionali, di gestire le necessità sanitarie e la complessità delle operazioni di soccorso per affrontare situazioni speciali, come le catastrofi naturali.
Alla presentazione c’erano i presidenti OMCEO della Sicilia guidati da Toti Amato, l’assessore regionale alla salute Baldo Gucciardi, il sottosegretario al MIUR Davide Faraone e il vicepresidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Davide Faraone.

Si tratta della concretizzazione di un’idea che segue le direttive della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 22 giugno scorso, in base a cui si istituisce il PASS (Posto di assistenza socio-sanitaria), cioè una struttura campale che interviene dopo 48/72 ore dall’emergenza attraverso l’installazione di un presidio sanitario nei campi di accoglienza dei sopravvissuti, così da fornire l’assistenza sanitaria di base.
 

Le linee d'intervento del progetto

Il progetto si sviluppa lungo quattro direttrici:
  • la formazione rivolta a tutte le figure sanitarie che fanno parte del progetto (medici, infermieri, psicologi, assistenti sociali, soccorritori, ecc.);
  • la copertura dei soccorsi nei comuni più difficili da raggiungere per il 118;
  • la sistematizzazione di azioni e comportamenti di tutti i soggetti della gestione sanitaria che intervengono dal territorio sino all’ospedale;
  • l'istituzione dell’Emergency Group Regione Sicilia, gruppo di intervento medico regionale destinato al supporto sanitario nelle situazioni di emergenze e alla compensazione di eventuali squilibri tra le risorse sanitarie disponibile e il numero delle persone da soccorrere.
 

Le parole del presidente OMCEO di Palermo

"Si tratta di un nuovo modello organizzativo – ha spiegato il presidente Toti Amato - nato da un'alleanza istituzionale con l'assessorato regionale della Salute, ma è aperto a tutte le organizzazioni in grado di fornire idee e strumenti di analisi utili a potenziare la macchina della prima assistenza in situazioni di maxi emergenza in Sicilia e in tutta Italia. Anche perché la disponibilità di risorse umane ed economiche, inevitabilmente, risulterà sempre insufficiente rispetto ai bisogni causati da una situazione drammatica".
 
Leggi anche:
Poche ore dopo il terribile terremoto che ha colpito il Centro Italia, la Croce Rossa Italiana ha diffuso tramite il proprio profilo Twitter il vademecum con tutti i consigli da seguire in caso di sisma.
TAG: Medicina d'emergenza-urgenza | Igiene e medicina preventiva
GoSalute
Scritto da:
GoSalute