Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Visite
  • Salute A-Z
  • Chi siamo
  • MediciMedici
  • AziendeAziende
2 minuti di lettura

Proteggere il cuore in sei passi

Ricercatori americani propongono un programma in sei step per proteggere il cuore delle donne.

Come preservare la salute del Cuore delle donne? Basterebbe seguire sei step per garantire al proprio cuore buona salute e lunga vita. Il consiglio viene dagli studiosi della Harvard School of Public Health, l'Indiana University e il Brigham and Women Hospital che hanno analizzato circa 70mila donne di 37 anni in media per ben vent’anni al fine di riuscire a stilare un vero e proprio decalogo per la salute del cuore femminile.

La premessa dello studio è che i numeri dell’Incidenza delle malattie cardiovascolari sono in calo un po’ in tutte le fasce della popolazione ma non per le donne, soprattutto per quelle di età compresa atra i 35 e i 44 anni.  Da qui l’importanza di proporre strategie di prevenzione che possano essere efficaci e di facile attuazione.

Andrea Chomistek, professore di epidemiologia e biostatistica presso l'Indiana University e principale autore dello studio, spiega che nel corso degli ultimi decenni la mortalità per malattie cardiache è diminuita ma per le donne invece era in aumento dell’1-2 percento. 
 
E allora ecco i sei passi per proteggere il cuore:
1. non fumare; 
2. guardare la tv per meno di 7 ore alla settimana;
3. fare almeno 2,5 ore di esercizio fisico a settimana;
4. seguire una dieta ricca di vegetali, legumi e cereali integrali e povera di carni rosse e Zuccheri;
5. consumare al massimo un drink alcolico al giorno;
6. mantenere un indice di massa corporea normale (lo studio ha rilevato che un BMI fuori norma è il principale fattore di rischio di una malattia cardiaca).
 
''I dati ci mostrano che una donna non fumatrice che fa esercizio regolarmente e segue una dieta salutare ha un rischio cardiaco inferiore del 92% rispetto a una che non ha questo stile di vita. Inoltre si abbassa del 66% la probabilità di avere altri fattori di rischio cardiovascolari come la pressione alta o il diabete di tipo 2'', spiegano i ricercatori. 
 

L’hai trovato utile?

Condividi

Iscriviti alla newsletter di Paginemediche
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali