Si svolgerà martedì 11 febbraio in tutto il mondo il Safer Internet Day, (SID - Giornata Mondiale della Sicurezza in Rete), organizzato a livello internazionale da Insafe -INHOPE, con il supporto della Commissione Europea, e sviluppato in Italia dal MIUR, con il portale “generazioniconnesse”, che ha lo scopo di promuovere un uso sano e positivo delle tecnologie digitali, specialmente tra le giovani generazioni. La giornata, inoltre vuole sensibilizzare docenti, studenti e familiari sui pericoli derivanti da un uso improprio di Internet.

Safer Internet Day per un uso creativo, responsabile e rispettoso del web

Lo slogan dell’edizione 2020 è “Together for a better internet”: la campagna intende dare la possibilità a ciascuno di arricchirsi con un uso creativo, responsabile e rispettoso del “mondo internet”. Sul sito italiano “generazioniconnesse” sono consultabili gli argomenti oggetto di discussione; si va dal Cyberbullismo (i numeri sono allarmanti, più del 50% dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni riferisce di essere stato vittima di un episodio offensivo), ai contenuti inadatti, passando per le dipendenze da giochi e gioco online, dagli “Haters” alle dipendenze da rete vere e proprie. Attenzionate anche la pornografia in rete e, soprattutto la pedopornografia.

Altra problematica da sviluppare fortemente è il controllo delle fake news, ormai diventa parte integrante della società digitale. Il danno che possono provocare, specialmente in ambiti delicati quali quelli dell’informazione sanitaria, è esemplificato nell’ultimo caso di vera e propria “dis - informazione”, ovvero le decine di false notizie sulla diffusione, la pericolosità e le cure del “coronavirus” sviluppatosi in Cina, che hanno contribuito a rendere ancora più caotica la situazione.

Safer Internet Day, come contribuire a creare un "internet migliore"

È anche per questo che, con un approccio globale, il SID si rivolge a tutte le categorie per incoraggiare ciascuno a recitare “collettivamente” un ruolo primario. I bambini e i ragazzi, ad esempio, possono contribuire a creare un “internet migliore” gestendosi gentilmente con le altre persone in rete, evitando comportamenti “bullizzanti” e creando interscambi positivi. Genitori e operatori devono avere un ruolo cruciale supportando ed educando i bambini verso un uso responsabile, rispettoso, critico e creativo delle tecnologie digitali di Internet. Insegnanti, educatori e operatori del sociale possono contribuire fornendo ai loro allievi le basi letterarie e culturali atte a sviluppare un pensiero critico, che possa aiutarli a navigare correttamente nel mondo di internet.
Il mondo dell’industria deve creare contenuti positivi e servizi online sicuri, supportando gli utenti con informazioni chiare e accessi alle soluzioni facili in caso di problemi. Infine, influencers e politici devono prendere posizione affinché i bambini e gli adolescenti abbiano un accesso ad internet sicuro, e devono garantire supporto informativo per genitori ed insegnati.