Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

09/10/2018

Breast Health Day: la Giornata della Salute del Seno

breast health day la giornata della salute del seno
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor

Lunedì 15 ottobre è il giorno scelto dalla coalizione europea di Europa Donna per la Giornata della Salute del Seno, o Breast Health Day. L’appuntamento è nato per sensibilizzare le donne a livello europeo sull’importanza di osservare stili di vita corretti che possano proteggere la salute del seno nel corso del tempo e aiutare a prevenire il tumore e sulla necessità di sottoporsi con regolarità a controlli di diagnosi precoce.

L’evento si svolge in tutti i 47 Paesi in cui è presente Europa Donna, il movimento che rappresenta i diritti delle donne sul tema della prevenzione e della cura del tumore al seno, nato a Milano nel 1994 da un’idea di Umberto Veronesi e per iniziativa della European School of Oncology (Eso).

Il Breast Health Day è diventato, negli ultimi anni, anche un’occasione per organizzare momenti di dialogo e di incontro con le associazioni, le istituzioni e la comunità scientifica in città italiane sempre diverse in un mese, ottobre, dedicato proprio alla salute del seno. Il “mese rosa della prevenzione” prevede infatti ogni anno molte iniziative come la Campagna Nastro Rosa della Lega Italiana per la Lotta ai Tumori, giunta nel 2018 alla XXVI edizione, che offre controlli gratuiti alle donne in tutta Italia.

Breast Health Day - Giornata della Salute del Seno

Ogni anno Europa Donna diffonde volantini, poster, video a tema e altri materiali (disponibili nei prossimi giorni sul suo sito) per aiutare le donne a fare scelte corrette per la salute del seno. La campagna 2018 si chiama infatti semplicemente “Healthy Lifestyle for Breast Health” (una vita sana per un seno sano) e vuole ricordare che fare sport, mantenere un peso corporeo nella norma e mangiare in modo sano aiuta a proteggere anche la salute del seno.

La campagna social prevede la pubblicazione di foto in cui le persone fanno attività salutari e il lancio di un video ad hoc il prossimo 15 ottobre. Lo stesso giorno, a Bari, è previsto un incontro nell’Aula del Consiglio regionale per parlare di screening e prevenzione.

Quest’anno, l’associazione si sta impegnando anche per l’istituzionalizzazione del 13 ottobre come “Giornata Nazionale del Tumore al Seno metastatico”, per il quale c’è stato un incontro il 25 settembre scorso al Senato, per favorire il superamento dei pregiudizi e la creazione di un atteggiamento di apertura e di solidarietà verso le donne che convivono con la malattia al quarto stadio.

Giornata della Salute del Seno: il tumore alla mammella è il più diffuso

“Ogni anno 135 donne in Italia scoprono di avere un tumore al seno – scrive l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) – e iniziano un percorso di cura e coraggio. Grazie ai progressi della ricerca, la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi è aumentata dell’87% ed è migliorata la qualità della vita di molte donne”.

Ma bisogna ancora fare ricerca. L’Airc negli ultimi anni ha destinato oltre 50 milioni per questa battaglia. Il tumore alla mammella è infatti ancora la forma di cancro più diffusa al mondo con circa 1milione e 67mila nuovi casi l’anno (494mila in Europa) e più di 522mila decessi (143mila nel Vecchio Continente).

Breast Health Day, “Una vita sana per un seno sano”: i consigli degli esperti

Europa Donna spiega l’importanza di alcuni fattori, connessi allo stile di vita, che possono influire positivamente sulla salute del seno.

  • Fare attività fisica: praticare una moderata attività fisica per 30/60 minuti al giorno.
  • Controllare l’obesità e l’aumento di peso: mantenersi snella, con un indice di massa corporea (bmi) tra 18,5 e 24,9 (per calcolare il proprio bmi, dividere il proprio peso in kg per la propria altezza in metri al quadrato).
  • Mangiare sano: consumare ogni giorno frutta e verdura fresche, meno carne rossa e salumi, pochi grassi, la giusta quantità di carboidrati, no a bevande zuccherate e alcol.
  • Diagnosi precoce: informarsi sui programmi di diagnosi adeguati alla propria età e aderire; tra i 50 e i 69 anni fare lo screening mammografico biennale previsto dal sistema sanitario nazionale; imparare a conoscere il proprio seno e comunicare al medico eventuali cambiamenti o anomalie; se ci sono stati casi di tumore al seno in famiglia, pianificare con il medico un programma di visite di controllo. 

Per approfondire guarda anche: “Il tumore al seno”

Leggi anche:
Il CrossFit è un allenamento completo e offre una gran varietà di esercizi. Fa dimagrire, tonifica il corpo e ne mantiene l'armoniosità.
TAG: Adulti | Anziani | Esami | Eventi salute | Ghiandole e ormoni | Giovani | Obesità | Oncologia | Prevenzione | Salute femminile | Senologia | Sport e Fitness | Tumori
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor