Il succo di ciliegie contrasta l'ipertensione

il succo di ciliegie contrasta l ipertensione
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere

Oltre ai farmaci, anche il succo di ciliegie sarebbe efficace per contrastare l’ipertensione. 
Lo dice uno studio condotto dai ricercatori della Northumbria University, pubblicato sulla rivisita American Journal of Clinical Nutrition e finanziato dal Cherry Marketing Institute (Stati Uniti d’America).
Secondo il team di studiosi, infatti, il consumo di succo di ciliegie aiuterebbe a contenere la pressione alta sistolica alla stregua dei farmaci che di norma si prescrivono.

In pratica, basterebbe diluire 60 millilitri di succo concentrato di ciliegie con 100 millilitri d’acqua per permettere alla pressione sanguigna di calare del 7% entro tre ore
Tra i benefici dei risultati della ricerca, naturalmente, la riduzione dei rischi di contrarre malattie che possono derivare dall’ipertensione, come l’ictus (-38%) e i problemi cardiaci (-23%).
 

Le fasi della ricerca

Nel dettaglio, i test sono stati somministrati a 16 partecipanti  (non fumatori) su cui erano stati diagnosticati i primi segni di ipertensione (con pressione arteriosa sistolica di 130mmHg o al di sopra e la pressione sanguigna diastolica di 80 mmHg o superiore, o entrambi i casi).
Prima dello studio, dai partecipanti è stato prelevato un campione di sangue.
Ad alcuni di loro, quindi, è stato offerto il succo di ciliegie. Ad altri, invece, un placebo aromatizzato alla frutta.
Dopodiché, gli studiosi hanno prelevato altri campioni di sangue e valutato le funzioni cardiovascolari a distanza di una, due, tre, cinque e otto ore dalla bevuta del succo. La pressione sanguigna, inoltre, è stata misurata ogni ora. 
Nessun alimento o bevanda - hanno sottolineato i ricercatori - è stata fornita durante il periodo dello studio, eccezion fatta per l’acqua minerale.
Ogni partecipante, poi, è tornato al laboratorio dopo almeno due settimane dal primo test per ripeterlo con la bevanda corrispettiva (o succo di ciliegia o placebo).
Secondo i ricercatori, i benefici di questa bevanda derivano dall’abbondante quantità di acidi fenolici presenti nelle ciliegie, ovvero antiossidanti naturali che hanno la capacità di contrastare la pressione alta.

Leggi anche:
Live in Health è il primo di una serie di appuntamenti di approfondimento su medicina e prevenzione.

Il parere della ricercatrice

Una degli autori dello studio, la dott.ssa Karean Keane, ha spiegato che “la portata della riduzione della pressione sanguigna che abbiamo osservato è stata comparabile con quelle ottenute con un singolo farmaco anti-ipertensivo e evidenzia la potenziale importanza che le ciliegie potrebbero avere nel controllo della pressione alta”.
Inoltre, il succo di ciliegia aiuterebbe anche a migliorare la qualità e la quantità del sonno, nonché a diminuire i sintomi della gotta.
 

08/02/2018
12/05/2016
TAG: Alimentazione naturale | Dieta | Ipertensione | Malattie dell'apparato cardiovascolare
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere