Pesci azzurri: varietà e proprietà
28 Febbraio 2013
|
1 minuto

Pesci azzurri: varietà e proprietà

I pesci azzurri, di cui l'alice è la qualità più conosciuta, sono ricchi di omega 3, omega 6 e grassi polinsaturi utili per cuore e arterie.
In questo articolo:

Il pesce fa bene, e questo si sa. Il pesce azzurro fa meglio, e questo non tutti lo sanno. Il pesce azzurro, chiamato così dal colore del dorso, vive nelle acque del Mediterraneo; i pesci azzurri non appartengono tutti alla stessa specie, ma possono essere di specie diverse. Solitamente sono di piccole dimensioni, ma non mancano anche quelli di dimensioni più grandi, come il pescespada ed il tonno.

Fanno bene più degli altri pesci perché sono ricchissimi di omega 3 ed omega 6, grassi polinsaturi che hanno un benefico effetto su Cuore ed arterie. I grassi polinsaturi non vengono prodotti dal nostro corpo, quindi è necessario introdurli con gli alimenti, ecco perché si dovrebbe mangiare pesce azzurro almeno tre volte a settimana.

Bisogna fare però attenzione alla cottura, poiché i grassi polinsaturi si deteriorano facilmente alle alte temperature; allora il consiglio è quello di cuocere il pesce azzurro al cartoccio, al forno o marinato al limone, che aiuta a mantenere inalterate le qualità del pesce.

Le qualità di pesce azzurro

Diverse sono le qualità di pesce azzurro. La più conosciuta è l'alice, detta anche acciuga, un pesce 'povero' che può essere gustato da chiunque e in diverse maniere. Le alici vengono comunemente cucinate sott'olio o sotto sale, ma possono essere anche marinate con il limone o cucinate con il pangrattato.

Le larve delle alici sono invece ottime nella frittata. Simile all'alice è la sardina, un'altra varietà di pesce azzurro pescatissima e diffusissima nel Mediterraneo. È leggermente più grande e più grassa dell'acciuga e le carni sono sode e tenere. Viene gustata soprattutto alla griglia.

Anche lo sgombro è un pesce azzurro; è un po' meno digeribile perché contiene più grassi, quindi è anche più energetico. Solitamente si gusta alla griglia grazie al suo sapore molto deciso. Molto comune anche l'aringa, nutriente e ricca di sali minerali (soprattutto di fosforo e potassio).

Viene soprattutto consumata affumicata all'insalata. Il tonno è il pesce azzurro a più alto contenuto di proteine, addirittura più di una fettina di carne di vitello; la parte più pregiata è quella chiamata 'ventresca' perché è la parte più tenera. Infine, il pescespada, il pesce azzurro più caro, la cui carne può essere cucinata in diversi modi: alla griglia, sulla piastra, fritto, in padella. Ha lo stesso contenuto in grassi e proteine della carne bovina, ma con il vantaggio di contenere i grassi polinsaturi utili al nostro benessere.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Napoli (NA)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Igiene e medicina preventiva
Arezzo (AR)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Avellino (AV)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Ostellato (FE)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Malattie dell'apparato respiratorio
Reggio nell'Emilia (RE)
Specialista in Medicina generale e Scienza dell'alimentazione
Venezia (VE)
Specialista in Dietologia e Scienza dell'alimentazione
Roma (RM)
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Genova (GE)
Specialista in Medicina interna e Pediatria
Prov. di Roma