Stile di vita sedentario: quale alimentazione seguire?

Stile di vita sedentario: quale alimentazione seguire?

Con uno stile di vita sedentario bisognerebbe seguire un'alimentazione varia e bilanciata e bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno.

Se siamo persone sedentarie, e risulta per noi davvero difficile svolgere attività fisica, il suggerimento è di seguire almeno un regime alimentare che ci permetta di stare bene in salute e in buona forma fisica.

Il segreto è seguire poche e semplici regole:

  1. La dieta deve essere varia e bilanciata (cereali preferibilmente integrali, legumi, latticini, carne magra, pesce, uova, verdure ed ortaggi, frutta, olio extravergine d’oliva come condimento). Le diete monotone portano spesso a squilibri e lacune.
  2. Frazionare la giornata alimentare in 3 pasti principali - colazione, pranzo e cena - con in più, 2 spuntini leggeri (yogurt o frutta), evitando gli Zuccheri semplici, i grassi idrogenati o animali, ovvero gli snack dolci e salati.
  3. Evitare di saltare i pasti e preferire porzioni che non siano abbondanti. Molti studi hanno dimostrato che le persone che consumano la prima colazione svolgono meglio il proprio lavoro, sono meno stanche durante la giornata ed hanno più energia. La colazione ideale contiene frutta fresca, una tazza di cereali integrali o muesli o pane tostato, latte o yogurt, una spremuta o una bevanda calda (tè, tisana, orzo), una tazzina di caffè.
  4. Il pranzo, specie se consumato a mensa o al ristorante, dovrebbe prevedere primi piatti poco elaborati, a base di verdure o di ortaggi oppure una zuppa di legumi, con un contorno e della frutta; in alternativa un secondo piatto (carne bianca, pesce, formaggi magri o latticini, affettati o uova), accompagnato da una porzione di pane, un contorno e della frutta. In pizzeria, meglio scegliere tra pizza margherita, pizza marinara, napoletana oppure ortolana. Nei fast-food sarebbero da preferire le 'insalatone' con il condimento servito a parte (in bustine preconfezionate), i panini o le piadine con le farciture più semplici ed in cui sia sempre presente della verdura, evitando in ogni caso le bibite zuccherate o alcoliche ed il dolce a fine pasto. Meglio terminare con una porzione di frutta ed un caffè.
  5. A cena consumare preferibilmente proteine, come pesce o carne, sempre accompagnati da un contorno e della frutta.
  6. Bere all’incirca un litro e mezzo di acqua al giorno, preferibilmente oligominerale.

È bene ricordare che la combinazione di un’Alimentazione a basso contenuto di grassi e ad alto contenuto di fibre con un seppur lieve ma regolare esercizio fisico, è in grado di contribuire ancor più al nostro benessere psicofisico. Per mantenersi quanto più attivi possibile basterebbe davvero poco: usare più spesso le scale, ricorrere alla macchina il meno possibile, camminare di più ed a passo svelto (anche solo per recarsi sul posto di lavoro!).

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Napoli (NA)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Igiene e medicina preventiva
Arezzo (AR)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Avellino (AV)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Ostellato (FE)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Malattie dell'apparato respiratorio
Reggio nell'Emilia (RE)
Specialista in Medicina generale e Scienza dell'alimentazione
Venezia (VE)
Specialista in Dietologia e Scienza dell'alimentazione
Roma (RM)
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Genova (GE)
Specialista in Medicina interna e Pediatria
Prov. di Roma