Alimentazione nei giorni di festa: quali accorgimenti seguire?

alimentazione nei giorni di festa quali accorgimenti seguire
Scritto da:
Dr. Daniele Grumiro
Specialista in Nutrizione e Scienze dell'alimentazione e Scienza dell'alimentazione

L’atmosfera natalizia non deve indurre a strafare a tavola. Intervista al Dott. Daniele Grumiro, Nutrizionista esperto in Nutrizione Oncologica.

Resistere alle tentazioni del periodo natalizio è difficile. Come fronteggiare gli inevitabili eccessi delle feste?

Durante le festività Natalizie la maggior parte delle persone tende a mettere su qualche chilo; è chiaro che con le mille leccornie che queste feste propongono nessuno riesce a resistere ma, un modo per non prendere chili è quello di organizzare un calendario per ogni giorno di dicembre e oltre, in modo da poter appagare il palato e non avere, dopo, troppi sensi di colpa. È consigliabile seguire un regime controllato e magari, a secondo dei casi, un regime lievemente ipocalorico nei giorni di dicembre prima delle feste vere e proprie.

Quali accorgimenti utili è possibile adottare per evitare di "strafare"?

L'atmosfera festosa del periodo natalizio induce al consumo frequente di alimenti ad alta densità energetica, ricchi di zuccheri e grassi (panettone, cioccolata, cotechino…). Non lasciarsi completamente trasportare dalla golosità; mangiare dolci e qualche altra prelibatezza culinaria va bene, ma mai esagerare nelle dosi, a quel punto la dieta pre-natalizia non servirebbe assolutamente a nulla.

Saltare la prima colazione sembra essere un comportamento comune per "tagliare" qualche caloria, è corretto?

Sbagliato!...non saltare nessun pasto, magari scegliere pasti più leggeri nei giorni proprio di festa lasciando più “spazio” nei pasti tipici della festività. Per ridurre l'assunzione di alimenti ad alto contenuto energetico è consigliabile mangiare delle verdure e magari qualche frutto in modo da evitare di raggiungere il senso di sazietà solo con i cibi ipercalorici tipici della festività.

Quali sono i cibi e le bevande da consumare con parsimonia?

Qualsiasi banchetto importante, che rappresenti un evento, un'occasione particolare, non può fare a meno dei dolci, dobbiamo subito però precisare che i dolci sono alimenti che in un piccolo volume hanno un grosso apporto calorico (una fetta di Pandoro circa 400 kcal); l'importante è non mangiarli fuori dai giorni di festa; quindi se non si hanno problemi di salute particolari, si è liberi di assumere, con un certo senno, tutte le prelibatezze della cena o del pranzo di Natale.

Le diete depurative che si seguono dopo le feste possono servire a smaltire i chili di troppo?

Le diete depurative o disintossicanti, basate su una più elevata quantità di frutta e verdure a discapito di carne, pesce e pasta possono essere seguite solo per pochi giorni, anche se non sono le migliori in termini di tutela della salute. È raccomandabile seguire una dieta bilanciata per ogni nutriente ma, magari più leggera in termini calorici. Cosa ancora più importante, se si cercano dei risultati veloci è fare attività sportiva che non necessariamente deve essere un allenamento intenso, magari una passeggiata quotidiana già può essere d'aiuto.

In ogni caso evitare le diete fai da te le quali, spesso, non poggiano su basi scientifiche comprovate e in ogni caso contravvengono a dei dogmi fondamentali della nutrizione, ossia non tengono in considerazione le caratteristiche soggettive della persona. L'Anses (l'Agenzia nazionale della sicurezza sanitaria dell'Alimentazione francese), in un documento uscito all'inizio dell'estate, segnalava il pericolo delle diete fai da te, che non hanno controllo alcuno da parte di personale qualificato.

Leggi anche:
La cannella è una spezia aromatica ricca di proprietà terapeutiche e ottima per dimagrire. Ideale anche contro l’influenza e le indigestioni.
22/12/2017
01/12/2012
Scienza dell'alimentazione Dieta Nutrizione Interviste Benessere psicofisico
TAG: Dieta | Interviste | Nutrizione | Scienza dell'alimentazione | Benessere psicofisico
Scritto da:
Dr. Daniele Grumiro
Specialista in Nutrizione e Scienze dell'alimentazione e Scienza dell'alimentazione