Punti neri, come eliminarli?

punti neri come eliminarli
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor

I punti neri sono fra gli inestetismi della pelle più odiati fra il pubblico femminile. Ma, di preciso cosa sono? Sono piccole impurità della pelle che vanno a formarsi da “raccolte” sottocutanee di grasso e cheratina che, per forza di cose, si trovano in corrispondenza dei follicoli piliferi. Ecco la spiegazione della comparsa dei punti neri.

Di partenza, però, non sono tali: in pochi sono a conoscenza, infatti, che il “punto” di partenza è bianco e si apre sotto la pressione del sebo. Il “percorso” è il seguente: il punto nero si manifesta quando la pelle diviene particolarmente grassa, i pori si dilatano e il sebo ostacola la normale respirazione della pelle. Si tratta, insomma, di veri e propri pori chiusi da un eccesso di sebo, che tendono ad annerirsi (per ossidazione) a contatto con l’aria.

Tecnicismi a parte, i punti neri sono antiestetici, ma anche fastidiosi. Si manifestano, in particolare, su tre zone specifiche del viso: fronte, naso, mento. Come eliminarli? Esistono differenti trattamenti a riguardo, soprattutto quando la pelle è tendenzialmente più secca. La situazione diventa più complessa nel momento i cui la cute risulta ricca di sebo in eccesso. Qualsiasi sia la motivazione, il rimedio da privilegiare rimanda sempre alla prevenzione.

Punti neri, quali sono le cause principali

La comparsa dei punti neri va ricondotta ad alcune abitudini e condotte errate, che riguardano tanto la pulizia quanto l’alimentazione. Si tratta di due aspetti fondamentali che spesso, complice la vita frenetica, si tende a sottovalutare o, peggio ancora, a dimenticare.

Vediamoli nel dettaglio:

  • Pulizia del viso: spesso le persone danno poca importanza all’igiene del viso, ma non è sufficiente che la pelle sia soltanto all’apparenza linda. Nel lavarsi attentamente e con calma il viso, infatti, occorre soffermarsi sulla cosiddetta, già citata, “zona T” (fronte, naso, mento). Bisogna lavarsi bene tutti i giorni, anche quando si sta facendo la doccia. Punti neri e pelle sensibile? Nessun problema: si può ricorrere ad un sapone a base neutra. Se invece si ha la pelle molto grassa, la soluzione è quella di utilizzare un sapone a base di zolfo (tra le sue caratteristiche, lo zolfo annovera quelle terapeutiche, ed è in grado di disinfettare e disintossicare la pelle, coadiuvando la cura di psoriasi, dermatiti e acne);
  • Alimentazione: la comparsa dei punti neri spesso è associata ad una dieta povera di frutta e verdura e ad uno stile di vita alquanto sedentario. Fumo e alcool sono gli altri colpevoli della comparsa di questi inestetismi. Per cui un’alimentazione sana e corretta (evitare i fritti) gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione della formazione dei punti neri. Sali minerali e vitamine contenuti in verdura e frutta (da preferire sempre quella di stagione) sono grandi alleati della pelle e, al contempo, risultano ricchi di acqua. E qui subentra l’aspetto legato all’idratazione. Bere i famosi – per alcuni, purtroppo, famigerati – “8 bicchieri d’acqua al giorno” supporta le cellule epiteliali a mantenersi sane.

Come eliminare i punti neri

Quando sul viso compare un punto nero, la tentazione – fortissima – è quella di strizzarlo. In realtà sarebbe davvero l’ultima cosa da fare se non ci si vuole ritrovare con un brufolo (di male in peggio) o addirittura una cicatrice. Come comportarsi in questi casi?

Quando i punti neri sono tanti, la soluzione è quella di recarsi da un dermatologo per una pulizia mirata e profonda, così da eliminare in modo temporaneo il problema. Se invece si vuole cercare di risolvere il problema da soli, prodotti specifici (creme, lozioni, saponi), da acquistare in farmacia o in erboristeria sono da privilegiare. Sempre, però, facendosi consigliare da uno specialista. Infine, ricordarsi di detergere la pelle mattina e sera e struccarsi sempre sono un'altra regola imprescindibile.

Per approfondire guarda anche: “Acne”

Leggi anche:
6 rimedi naturali per nutrire e idratare efficacemente la pelle.
01/02/2018
27/12/2017
TAG: Adolescenti | Benessere psicofisico | Dermatologia e venereologia | Giovani | Nutrizione | Pelle | Prevenzione | Viso
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor