Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Demenza senile

demenza senile

La demenza senile, per cui si intende la degenerazione progressiva del Sistema Nervoso Centrale, dal punto di vista clinico si traduce in disturbi della sfera cognitiva:

  • riduzione della memoria a breve e a lungo termine;
  • perdita dell’orientamento nel tempo e nello spazio;
  • difficoltà nel riconoscimento delle persone;
  • alterazione del comportamento come la depressione, l’euforia, l’insonnia.

Questa condizione, per poter essere definita tale, deve persistere da almeno alcuni mesi e non essere conseguente all'assunzione di farmaci o altra causa.

Le demenze si dividono in due gruppi: al primo gruppo appartengono i processi degenerativi, che creano uno stato simile ad un invecchiamento più veloce e più precoce del Sistema Nervoso Centrale; il secondo gruppo è consequenziale ad altre patologie che possono essere patologie cerebrali – come tumori, ischemie, malformazioni, o a patologie di altri organi – come quelle legate alla tiroide o a deficit di alimentazione o di vitamine.

Quali sono i sintomi della demenza?

Piccole dimenticanze nel quotidiano che poi peggiorano sempre di più espandendosi in modo progressivo nel passato fino a quando non si riconoscono più nemmeno i volti familiari.

Le attività quotidiane diventano impossibili, non si è più capaci di ricordare anche un'azione semplice come fare il caffè - quando mettere l’acqua e dove la polvere di caffè, non si ricorda più l’uso degli oggetti. Anche se molto più complesse queste sono le demenze senili che possono essere causate da una progressiva degenerazione delle cellule cerebrali ma anche da malattie sistemiche come una patologia della tiroide, una carenza vitaminica, il diabete o lesioni cardiovascolari (demenze vascolari).

La più nota delle demenze senili è la Malattia di Alzheimer, una malattia neurodegenerativa che spesso ha un inizio insidioso, anche perché i primi sintomi si giustificano con lo stress, la stanchezza, il peso del lavoro, ma quando le dimenticanze diventano macroscopiche la diagnosi arriva mentre l'invalidità può raggiungere un punto tale da divenire indispensabile un sostegno 24 ore su 24.

Leggi anche:
Il morbo di Alzheimer è una forma di demenza caratterizzata da sintomi come la perdita di memoria e l'afasia.
01/09/2017
14/09/2012
TAG: Anziani | Neurologia | Punto di Vista | Salute mentale | Malattie neurologiche | Geriatria