Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Come affrontare il rientro post-vacanza in 4 mosse

come affrontare il rientro post-vacanza in 4 mosse
GoSalute
Scritto da:
GoSalute

Tornare dalle vacanze estive è difficile per chiunque: dal dolce far nulla alle normali attività quotidiane il passo è davvero grande e soprattutto faticoso e destabilizzante. Non è affatto semplice, infatti, dire addio al sole, al mare e alla libertà dal lavoro.
Ecco perché è utile qualche consiglio per riprendere al meglio la routine di ogni giorno e rendere così meno sofferente il distacco dal relax.

Come riprendersi dal jet-lag

Innanzitutto, se si ha avuto la fortuna di visitare posti molto lontani da casa, la prima difficoltà riguarda senz’altro il jet-lag, ovvero la condizione clinica che si verifica quando si attraversano vari fusi orari (anche più di due), come avviene nel caso di un lungo viaggio in aereo.
Chi soffre di jet-lag (in italiano mal di fuso), infatti, avverte spesso sonnolenza, stanchezza e confusione.
Che fare, quindi? La prima soluzione s'ha da fare quando si è in vacanza, in prossimità del ritorno: infatti, il consiglio è cominciare l’attività di acclimamento modificando gradualmente il programma del sonno e conformandolo a quello di casa, se possibile.
Inoltre, tre - quattro ore prima di andare a letto, bisogna assolutamente evitare tutte le bevande alcoliche e con caffeina.

Leggi anche:
Le variazioni di fuso orario possono comportare uno stato di malessere generale conosciuto come jet-lag. Come fare per evitarlo?

Attività fisica in vacanza

Per mantenersi in forma e ridurre lo stress, anche in vacanza è consigliato fare attività fisica non solo perché fa bene al fisico ma anche perché, grazie al rilascio di endorfine, contrasta gli effetti della depressione. Quindi, meglio mettere in valigia tuta, scarpe di allenamento o un costume per nuotare a mare o in piscina.

Meglio tornare a lavoro di martedì

Il lunedì, si sa, è il giorno più triste della settimana, perché cade dopo il week-end. Ergo, per evitare un ulteriore momento di delusione, meglio pianificare la ripresa del lavoro di martedì, usando così il lunedì come momento preparatorio e distanziando di soli quattro giorni il fine settimana successivo.
Inoltre, se si può, meglio ritornare a casa di sabato piuttosto che di domenica e usufruire, così, di un’altra giornata festiva per il riadattamento.
Insomma, il segreto è tornare a casa con qualche giorno d’anticipo così, ad esempio, ci si potrà alzare dal letto un po’ prima al mattino e abituarsi al suono della sveglia.

Pensare alla prossima vacanza

Una volta tornati a casa, infine, un buon modo per ricominciare la normale vita quotidiana è pianificare la prossima vacanza, anche di pochi giorni e a poca distanza dalla precedente.
Ciò contribuirà a rendere meno pesante la ripresa della routine, perché si attiva la consapevolezza che un nuovo divertimento è, più o meno, dietro l’angolo.
I sogni, si sa, aiutano a vivere meglio...

05/04/2017
22/08/2016
TAG: Estate | Psicologia | Salute in viaggio | Salute mentale
GoSalute
Scritto da:
GoSalute