Girello per anziani, quando è utile e come sceglierlo

girello per anziani quando e utile e come sceglierlo
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor

“Invecchiare è ancora il solo mezzo che si sia trovato per vivere a lungo”, affermava Charles Augustin de Sainte-Beuve, critico letterario, scrittore e aforista francese. Un’espressione che non ammette repliche. Ognuno, in cuor suo, vorrebbe invecchiare nel migliore dei modi seppur, con l’avanzare dell’età, difficoltà e fatiche risultano inevitabili anche nel compiere gesti semplici come alzarsi da una sedia o camminare a passo sostenuto. In questo caso, molte persone possono avere bisogno di un bastone o di un altro sostegno. Un supporto che, grazie al progresso, possono trovare nei girelli per anziani, stabili e utili.

Sostenere e agevolare la camminata supportando il peso in modo stabile: i girelli per anziani soddisfano questi fattori. Tuttavia esistono girelli per anziani di vari modelli e con funzionalità diverse. Scegliere quello giusto non è un aspetto da sottovalutare, considerando che l’utilizzo di un girello – combinato alla fisioterapia – può agevolare la riabilitazione dopo un incidente, come la rottura del femore. E ancora, il girello per anziani può essere indispensabile dopo un ricovero, eventualità che con l’avanzare dell’età è (purtroppo) meno rara di quanto si pensi.

Girello per anziani, perché è utile

Semplici strutture con o senza rotelle che consentono di camminare agevolmente, i girelli hanno un funzionamento decisamente intuitivo: occorre appoggiarsi, accertarsi di aver afferrato saldamente le maniglie e muoversi normalmente. In commercio ci sono numerosi e differenti modelli di girello per anziani, tuttavia è indispensabile che l’altezza sia regolabile, cosicché il telaio di supporto raggiunga l’anca. Le braccia devono essere leggermente piegate, in maniera naturale: una posizione che agevola una corretta circolazione sanguigna negli arti. Una volta acquistato, il girello va sottoposto periodicamente a manutenzione e va pulito con regolarità.

Acquistare un girello per anziani è indicato non solo per chi, fino a poco tempo prima, aveva piena autonomia di movimento, ma anche per chi ha subito un ricovero in ospedale o in clinica. E ancora, per chi è stato vittima di un incidente in casa.

Come scegliere un girello per anziani

Nella scelta tra i vari modelli di girello per anziani che sono presenti sul mercato è fondamentale considerare sia le proprie esigenze sia le caratteristiche tecniche delle varie proposte. Il materiale è un primo elemento che condiziona la qualità e il peso del prodotto.

Esistono, in particolare, girelli di alluminio o girelli di acciaio. La prima tipologia è più versatile: grazie alla sua leggerezza, il girello si può maneggiare e spostare con facilità. Prodotto con due ruote, quattro oppure senza, il girello di alluminio è consigliato soprattutto se si deve usare in casa.
Nel secondo caso (girello di acciaio) il prodotto è più pesante e punta, in particolar modo, sulla stabilità (decisiva è la presenza di ruote nelle due gambe anteriori). L’ideale, in questo caso, per muoversi fuori di casa.

Qual è la differenza tra girello e deambulatore? Il girello è un deambulatore fornito di ascellari e ruote piroettanti. La differenza rispetto al deambulatore è che con il girello il supporto è dato dalle ascelle, dunque è particolarmente consigliato in caso di debolezza degli arti superiori.

Per approfondire guarda anche: “Osteoporosi”

Leggi anche:
Dolori e gonfiori alle articolazioni possono essere provocati dall'artrite oppure dall'artrosi, due malattie diffuse con sintomi simili, ma cause diverse.
06/02/2018
18/07/2017
TAG: Anziani | Geriatria | Medicina fisica e riabilitativa | Ortopedia e traumatologia | Terapie | Ossa
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor