Come contrastare i sintomi della psoriasi in estate

come contrastare i sintomi della psoriasi in estate
gosaluteGoSalute

Si stima che in Italia la psoriasi colpisca oltre due milioni e mezzo di persone. Un problema fastidioso che si caratterizza per un'infiammazione della pelle, in genere cronica o comunque recidiva. Un disturbo non infettivo ma che a lungo andare può avere anche effetti sulla salute e che si acutizza particolarmente in estate.

Ciò avviene perché, con la bella stagione, i malati di psoriasi sono più esposti, scoprendosi, a fattori come mare e sole che contribuiscono notevolmente a far regredire le lesioni.
La malattia si manifesta con macchie rosse ma anche con screpolature su più parti del corpo.
Si tratta di una patologia particolarmente antiestetica, perché spesso accompagnata da pustole e placche, che può essere causata da fattori ereditari ma anche ambientali, in primis lo stress.

Come già anticipato, la psoriasi può acutizzarsi e peggiorare durante la stagione estiva.
Ecco, quindi, dei consigli da seguire per minimizzare quanto più possibile gli effetti e i sintomi della malattia.

  • Evitare esposizioni al sole prolungate e senza protezione. Se è vero che il sole fa bene alla psoriasi, un'esposizione prolungata e nelle ore più calde della giornata può avere effetti deleteri. Ecco che è assolutamente necessario utilizzare delle protezioni - almeno 30 - da spalmare prima di esporsi ai raggi solari e preferibilmente resistenti all'acqua.
  • Usare saponi idratanti. Il sole e il mare tendono a far seccare la pelle. Proprio per questo si consiglia di utilizzare dei saponi, delle creme o gel idratanti che ammorbidiscano le pustole e in generale l'epidermide. Applicare sempre dopo la doccia delle creme emollienti.
  • Non grattarsi in caso di punture. Il consiglio vale per tutti ma soprattutto per chi è affetto da psoriasi. Nel caso di punture di insetti o meduse, evitare assolutamente di grattare le lesioni per evitare che si irritino maggiormente. Per alleviare bruciore e dolore, applicare degli olii adatti e indossare vestiti freschi e non eccessivamente a contatto con la pelle.
  • Fare una dieta adeguata. Ebbene sì, anche nel caso della psoriasi la salute passa anche dalla tavola. Se, infatti, l'alimentazione non influisce in modo diretto con la patologia, evitando alcuni alimenti è possibile riscontrare dei miglioramenti e ridurre l'infiammazione e il riacutizzarsi della patologia. Bere almeno due litri di acqua al giorno e mangiare abbondante frutta e verdura di stagione, cereali integrali, pesce e legumi. Consumare con moderazione formaggi fusi, panna montata, uova, cibi speziati, grassi e dolci. Ciò potrà avere effetti benefici sulle condizioni di salute generali.

 


Per approfondire guarda anche: “Missione 'pelle libera' da psoriasi, in Italia nuova arma biotech e bussola digitale“

Leggi anche:
La psoriasi è una patologia della pelle che si manifesta cronicamente con eritemi desquamativi.
07/12/2016
20/06/2016