Uno slancio alla digitalizzazione della medicina senza precedenti è l’effetto causato dalla pandemia da Covid-19 e che ha rappresentato un balzo verso una salute digitale sempre più utile e diffusa.

Adesso che il digitale consente al paziente di scegliere e connettersi rapidamente ai servizi sanitari da remoto e condividere i propri dati in rete, cambierà tutta la geografia sanitaria e l’approccio alla salute nel 2021 sarà sicuramente diverso per tutti.

La salute adesso è digitale

Le tecnologie digitali sono parte della nostra vita quotidiana da diversi anni eppure, è con la pandemia da Covid-19 che si è venuto a creare il bisogno di una innovazione radicale nell’approccio alla salute. Le cure sospese con il lockdown e le norme di distanziamento hanno evidenziato i limiti dell’assistenza sanitaria tradizionale e la necessità di competenze e servizi accessibili da remoto.

Ecco allora che innovazione tecnologica e intelligenza artificiale hanno spinto alla digitalizzazione della medicina, rendendo disponibili soluzioni innovative sviluppate sempre più attorno ai bisogni di salute delle persone e sempre meno legate alla disponibilità di medici e strutture ospedaliere.

Questo processo di modernizzazione della sanità chiama in causa non solo la telemedicina ma anche fascicoli sanitari elettronici, app medicali, big data e intelligenza artificiale, che integrati all’assistenza tradizionale rinforzeranno i servizi essenziali, ottimizzando tutto il sistema informativo.

Soluzioni digitali al servizio della salute

Il processo di digitalizzazione della medicina ha portato le persone a curarsi di più e in maniera più autonoma sfruttando soluzioni di salute digitale come:

  • Servizi di telemedicina: sono stati integrati alla pratica clinica in presenza anche servizi di Televisita, Teleconsulto, Telemonitoraggio e Telecooperazione sanitaria che hanno garantito la continuità di cura (soprattutto per i pazienti cronici e fragili), le visite di controllo, i pareri specialistici e di ottenere risposte a semplici dubbi, senza spostarsi da casa o incontrare fisicamente un medico.
  • Piattaforme digitali integrate: che permettono a pazienti e medici una gestione condivisa della salute; in pratica, aiutano a rispondere alla necessità di modificare gli stili di vita in un’ottica preventiva delle patologie, ma soprattutto a connettersi rapidamente con un medico online, condividere i propri dati sanitari e gestire terapie, ovunque si trovino.
  • Intelligenza Artificiale e Big Data: molto presto tutti i dati personali e clinici delle persone saranno disponibili in un grande archivio elettronico (FSE - Fascicolo Sanitario Elettronico) e analizzati da algoritmi di intelligenza artificiale per realizzare sistemi di cure basati sui dati. Si potranno validare anche modelli clinici di comportamento sotto il nome di terapie digitali (integrabili anche nel SSN) per supportare il paziente nel monitoraggio dell’aderenza al trattamento domiciliare.
  • Wearable device: la diffusione di questi dispositivi indossabili connessi, dotati di sensori sempre più sofisticati, consentono il monitoraggio delle condizioni di salute e dei parametri vitali di chi li indossa in tempo reale, con la possibilità di tenerne traccia e condividerli con il medico in un’ottica di controllo e prevenzione.

Il futuro della salute per il 2021

La gestione della salute per il 2021 contemplerà, in sostanza, la digitalizzazione di tutto il processo assistenziale. Questo approccio sarà sempre più di tipo preventivo e meno reattivo, personalizzato per ciascun individuo perché basato sull’elaborazione di miliardi di dati, nonché predittivo dei principali rischi e patologie, ed integrato su più livelli assistenziali.

Prenderà sempre più importanza la cultura del dato sanitario – non solo per il mero controllo e monitoraggio del paziente – ma soprattutto quale strumento di natura preventiva diagnostica e di programmazione sanitaria su larga scala.

Se il Medico di Famiglia e ospedale rappresentavano il primo filtro col paziente per informazioni e cure, adesso competenze e servizi sono accessibili da remoto grazie alla tecnologia, per un nuovo processo di cure più orientato alla condivisione e interoperabilità, che andranno naturalmente a favorire il digitale come leva per la trasformazione del Sistema Sanitario Nazionale.

Possiamo dire, che la rivoluzione digitale sta rendendo la gestione della salute più efficiente e la vita delle persone decisamente più semplice.

Il digitale per contrastare il Covid-19

L’improvvisa necessità di affrontare l’epidemia da Covid-19 ha dato un grande slancio in Italia, alle pratiche clinico assistenziali proprie della “medicina digitale”.

Visite mediche fatte con videochiamata, terapie digitali, app e software per riconoscere in anticipo i sintomi delle malattie, monitoraggio domiciliare e siti per trovare un medico disponibile, hanno portato sin da subito una ribalta della telemedicina a tutti i livelli decisionali.

Anche Paginemediche rende disponibile a tutti due servizi innovativi dedicati alla lotta al Covid-19: