17-02-2004

A mio padre (75 anni) dopo un episodio di blocco

A mio padre (75 anni) dopo un episodio di blocco urinario, nel maggio 2003 e un controllo (PSA 7.9, PSA libero 1.1, rapporto 13.9) è stata prescritto: Ciproxin, Permixon e Omnic. A Dicembre PSA 7.8, rap 12.8, si fa l'eco transrettale: assenza di lesioni, ristagno 35c, capsula compressa, piccola area ipoecogena lobo dx confine tra interno esterno, alcune Calcificazioni peso gh 84, peso Adenoma 56. Si procede alla biopsia. Meglio fare TAC subito? Cosa mi potete dire per guidarmi nella via da seguire? Da quanto ho scritto riuscite a fare una diagnosi? E' vero che la Biopsia non è sempre infallibile al primo tentativo? Grazie per quello che fate per noi. Paola
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’iter diagnostico corretto prevede, in una situazione come quella di suo padre, l’esecuzione della biopsia prostatica eco-guidata. In caso di positività per malattia tumorale, la decisione circa la strategia terapeutica (chirurgia, radioterapia, ormonoterapia) da seguire sarà correlata allo stadio della malattia (localizzata, localmente avanzata, metastatica) ed alle condizioni generali di suo padre.
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!