22-04-2003

A seguito di infezioni vaginali ricorrenti

A seguito di infezioni vaginali ricorrenti (vaginite, candida, condilomi recentemente bruciati col Laser) sono stata sottoposta ad un tampone vaginale il quale ha rilevato la presenza di un'Infezione da strepotococco agalactiae gruppo b, straga. Dopo aver fatto una Terapia con chemicetina ovuli, betadine ginecologico e velamox antibiotico per via orale l'infezione pare essersi attenuta ma non completamente risolta. Da che cosa sono dovute le infezioni da streptococco? In che misura sono imputabili ai rapporti? Che conseguenze possono determinare? Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile signora, lo streptococco può colonizzare la vagina senza dare alcun disturbo. In tal caso non è neppure indicata una terapia. Solo quando si hanno sintomi (perdite, bruciori, etc) si tratta l’infezione. Inoltre può capitare che sia necessario ripetere la cura, magari con un farmaco diverso. L’infezione dello streptococco del gruppo B è invece assolutamente da trattare in gravidanza perché, al parto, può trasmettersi al neonato provocando infezioni anche molto gravi.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!