Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

20-12-2005

A seguito resezione transuterale di papilloma

A seguito resezione transuterale di Papilloma vescicale trigonale-parete laterale destra a larga base di impianto, l'esame istologico è stato il seguente: Carcinoma uroteliale papillare di alto grado infiltrante la tonaca propria numerose alterazioni da causticazione (frammenti). La terapia è stata: 6 lavaggi settimanali (non mi hanno precisato con cosa) e nuova cistoscopia dopo 2 mesi. Io sono andato in un altro ospedale, hanno ripetuto la cistoscopia con inserimento di liquido per vedere tutta la Vescica e prelievo profondo dalla sede del papilloma e prelievi vari nella viscica, successiva ecografia dei reni, prostata, vescica ed esami delle urine. La diagnosi è stata: non era un carcinoma. Come è possibile? Comunico che il secondo centro mi ha delucidato sui "lavaggi" che sono di tipo chemioterapico con restringimento della vescica e conseguente minzione ogni 20 minuti, altro tipo con batteri della tbc che possono danneggiare il bronchi e polmoni.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
È possibile che la prima resezione e la successiva terapia endovescicale abbia risolto il problema visto che la neoplasia non infiltrava in maniera massiva la parete vescicale. Opportuni controlli nel tempo.
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!