Leggi anche:
L'elettrocardiogramma è la registrazione grafica dell'attività elettrica del cuore durante il suo funzionamento raccolta per mezzo di elettrodi.
26-01-2006

Buongiorno, circa 5 mesi fa mi è capitato di

Buongiorno, circa 5 mesi fa mi è capitato di avvertire improvvisamente un senso di mancanza di respiro e soffocamento, battito del Cuore accelerato e senso di svenimento. Sono stata al pronto soccorso ma non mi è stato fatto l'elettrocardiogramma, solo gli esami del sangue e misurazione pressione. Trattenuta lì, avvertivo brividi alle braccia e gambe e dolori allo sterno e allo stomaco. Da circa un anno soffro di stipsi e quindi avevo associato questo episodio a questo problema. I medici mi hanno detto che si tratta d'ansia. I giorni sucessivi furono caraterizzati da malessere generale, episodi di tachicardia giornaliera, debolezza, tachicardia notturna, cefalea e Dolore al BRACCIO sinistro. Mi è capitato di non riuscire a dormire una notte intera per il dolore continuo e forte che provavo al braccio. C'erano giorni in cui facevo fatica a respirare specie quando era molto caldo ed avevevo la sensazione di aver qualcosa alla gola perchè quando deglutivo mi provocava fastidio. Durante la giornata avvertivo un dolore nella regione del cuore che si faceva sempre più intensa e sfociava in una sensazione di colpo al cuore che mi provocava dolore e che successivamente spariva per poi comparire nella stessa modalità. Ho eseguito un elettrocardiogramma e una visita cardiologica con relativi esami del sangue e non hanno riscontrato nulla. Data la mia giovane età hanno detto che si tratta d'ansia. Attualmente mi capita di avere una sensazione di dolore nella regione del cuore specie dopo sforzi o dopo aver fatto una camminata abbastanza lunga che io attribuisco al fatto di non fare sport. In situazioni ansiose o preoccupanti avverto una lieve tachicardia, il cuore arriva ai 120 battiti al minuto ed è sempre accompagnato da un dolore nella zona del cuore, nella notte se ho un incubi mi sveglio con lieve tachicardia e relativo dolore nella regione del cuore. Posso associare tutto questo all'ansia? Non mi sono stati prescritti altri esami visto la mia giovane età e poichè la visita cardilologica non ha rilevato nulla. Se gli episodi di tachicardia sono dovuti all'ansia come posso farla diminuire quando capita? la ringrazio, cordiali saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Il quadro clinico da lei descritto è da riferire ad uno stato ansioso. Se ci sono motivi soggettivi alla base di uno stato ansioso, l’obiettività cardiaca è regolare e l’elettrocardiogramma è normale, non vi è indicazione a trattamento. Trattandosi di una giovane donna potrebbe essere indicata la valutazione della funzionalità tiroidea.