Buongiorno, ho 36 anni e ho iniziato ad avere forti dolori al petto a gennaio. Ho fatto due ECG in pronto soccorso e poi alla fine di gennaio ho fatto la visita e ECG dal cardiologo. Il cardiologo mi ha detto che avevo una leggera Aritmia ma niente di preoccupante. Quando ho chiesto entro quando dovevo tornare mi ha detto quando volevo in quanto non vedeva problemi. Ho anche fatto la lastra al torace e tutto era a posto. Adesso, due mesi dopo ho nuovamente forte dolori costanti al petto, sono stata diagnosticata con il Sindrome di reflusso e l'ernia iatale, e dicono che potrebbe venire da quello. Solo che adesso i dolori mi radiano nella schiena, spalle e a volte nelle braccia. Potrebbe trattarsi di dolori intercostali o dopo due mesi possono formarsi improvisamente problemi gravi al cuore? Devo tornare subito dal cardiologo? Grazie.