Buongiorno, vorrei sottoporle un quesito in merito ad una anomalia del tracciato dell'ECG di mia moglie. La settimana scorsa mia moglie, 38 anni, si è recata al PS in quanto aveva un forte dolore toracico. I sanitari del PS, effettuando un ECG, hanno rilevato un picco dell'onda T elevato, di altezza di poco inferiore al picco R (dell'onda QRS). D'altra parte l'ECG non presentava dislivellamenti del tratto ST. In conseguanza di ciò. mia mogli eè stata tenuta sotto osservazine per un periodo di circa 8 ore durante il quale sono stati effettuati prelievi di sangue (dosaggio della troponina) e altri ECG di controllo dai quali si è evidenziato che il tracciato ECG non aveva subito variazioni e che i dosaggi erano negativi, A questo punto mia moglie è stata dimessa avendo escluso lq dipendenza del dolare toracico da cause cardiologiche. Tornati acasa, abbiamo osservato che i precedenti ECG effettuati di 2 e 4 anni prima presentavano la stessa anomalia (onda T di altezza elevata) similmente a quanto avevano riscontrati i sanitari del PS. Ora mi chiedo quale possa essere il sgnificato di tale animalia del tracciato? Bisogna considerarle fisiologica o è il caso di approfondire con esami specifici? Aggiungo che mia moglie, soffrendo di un lieve prolesso della valvola mitralica, si è sottoposta circa 4 mesi fa a un ecocardiogramma che non ha evidenziato nulla di patologico, a parte il citato prolasso. Grazie in anticipoCordiali salutiAntonio Galizia