Leggi anche:
L'ipertensione arteriosa è un disturbo della pressione del sangue: una condizione molto diffusa che può essere controllata con stili di vita equilibrati.
27-03-2006

Cmi, esame ecocardiografico: ventricolo sx di

Cmi, esame ecocardiografico: Ventricolo sx di dimensioni cavitarie, cinesi e funzione sistolica globale nei limiti; severa ipertrofia parietale asimmetrica interessante il SIV mediobasale e la parete postero-laterale (spessore masimo del siv ant.basale: 26 mm;siv inf.basale 21mm;par.laterale 16mm); disfunzione diastolica (flusso mitralico pseudonormalizzato; E/E=9; EIpertensione polmonare (grad. VD/AD: 37 mmHg). P/A 125/80. Soffio sistolico 3/6 al centrum e sull'Erb: Agli emitoraci m.v. aspro: ECG: Ritmo sinusale Fc 56/min: PQ 0,18 sec - asse deviato a sx: ipertrofia ventric: sx. Per quanto sopra mi viene consigliato alcolizzazione del setto. Quali rischi presenta questo intervento? e quali sono i centri specializzati? In Sicilia ne esistono? Grazie per quanto di meglio potete riferire nella Vs. risposta che attendo con ansia.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
L’alcolizzazione del setto consiste nella chiusura selettiva dei piccoli rami coronarici che portano sangue alla prima porzione del setto interventricolare. Si esegue con una coronarografia ed è una delle terapie possibili della cardiomiopatia ipertrofico-ostruttiva. Questo trattamento fa si che la contrazione del setto sia ridotta e che quindi si riduca, durante la fase di espulsione del sangue dalla cavità ventricolare sinistra, l’ostruzione generata dalle esagerate dimensioni del setto. E’ certamente un trattamento utilizzato in questo tipo di patologia con buoni risultati e rappresenta una buona alternativa alla terapia medica con betabloccanti e all’intervento chirurgico di miectomia (resezione chirurgica di piccola porzione del setto interventricolare).