Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-05-2006

Congiuntivite

Mia moglie già da diversi anni all'arrivo della primavera e fino al mese di ottobre soffre di una "allergia" agli occhi; fra virgolette perchè, dai test allergici eseguiti presso il servizio ospedaliero di Carrara (MS) e dell'Università di Pisa è stato riscontrato una leggera allergia con due stelline alla miscela delle graminacce e con tre stelline all'istamina e da un successivo referto è stato riscontrato scarsa lacrimazione ma senza aver trovato una allergia specifica quindi una cura adatta. Il fatto è che i suoi occhi nella parte bianca sono intrinsi come di sangue e lei avverte una serzazzione come se avesse all'interno della palpebra un granello di sabbia, causandogli stanchezza, prurito insopportabile e inoltre al culmine dell'allergia gli si va a formare un tipo velo di colore biancastro e al tatto appiccicoso. Come solievo per il rossore usa un deconcestionante di libero commercio, per la scarsa lacrimazione gli è stato prescritto delle gocce di lacrime artificiali e nel momento che gli si forma quel tipo di velo gli è stato prescritto per un uso di un periodo massimo di un solo mese (Aerius 1 dopo pranzo, Optrex 2 volte al giorno, Luxazone 1 alla sera e come collirio il Alergodil). Noi vorremmo sapere, se possibile, un consiglio medico per la cura di questo fastidioso prurito; e il nome di un centro specifico di allergologia visto che a tuttoggi non siamo ancora a conoscenza della vera allergia è afetta. Grazie
ANTONIO CN
Risposta di:
ANTONIO CN
Risposta
Da quanto espone vediamo che la Signora è trattata in modo corretto presso centri di tutto rispetto. Non consigliamo di cambiare. Cordiali saluti
TAG: Allergie | Allergologia e immunologia clinica
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!