02-12-2003

Descrivo la situazione clinica di mia madre per

Descrivo la situazione clinica di mia madre per capire se è possibile intervenire e/o curare. PRECEDENTI ANAMNESTICI: pregressa ulcera peptica; artrosi. STORIA DELL'ATTUALE MALATTIA:
Maggio 1974 comparsa di ittero ingravescente con febbre e dolore addominale; 29/05/74 intervento chirurgico per voluminosa cisti di echinococco suppurata che occupa i lobi mediani del fegato, fistolizzata nella via biliare a livello della convergenza biliare: viene portata un'ansa sclusa sec. Roux nella fistola + capitonage della cisti. Ottobre/Novembre 1974 nuovo ricovero per ittero, durante il quale viene sottoposta a drenaggio di ascesso epatico. 27/07/1977 annessectomia destra + appendicectomia per addome acuto da corpo luteo emorraggico. 13/08/1977 drenaggio toracico di raccolta purulenta a destra. Marzo 1994 ricovero in ambiente ospedaliero con Diagnosi di colecisitite acuta; all'intervento chirurgico si reperta neoformazione suppurata sino ai piani muscolari che ingloba la presunta sede della colecisti, il mesocolontrasverso ed è adesa all'ansa alla Roux della pregressa anastomosi bilio-digestiva; si reperta perforazione del colon trasverso che viene suturata. Dal Febbraio 1996 comparsa di nuovi episodi di colangite per cui la paziente viene ricoverata più volte e sottoposta a terapia endoscopica. Marzo 1996 CPRE + SE + estrazione di calcoli con Dormia.
Giugno 1997 CPRE + ampliamento della SE + estrazione di calcoli dalla VBP. Dicembre 2002
CPRE + SE. Marzo 2003 CPRE + SE. Negli ultimi due ricoveri è stato riscontrato un modesto innalzamento del Ca 19.9. 24/05/2003 nuovo ricovero: esami ematochimici Ca 19.9 1390 U7ml; Br. tot 2.13 mg/dl; diretta 1.12 mg/dl; FA 562 U/l; gammaGT 121 U/l. 27/05/2003 RM addome: litiasi residua del coledoco; a livello del VI segmento formazione rotondeggiante del diametro di 3 cm con scar centrale ed aspetto a ruota di carro (diagnosi differenziale dubbia tra INF, mai segnalata nei precedenti controlli, e neoplasia primitiva). ULTIMI ESAMI DI LABORATORIO E RADIOLOGICI. Esami ematochimici nella norma ad eccezione di PLT 116000; Globuli bianchi 4020 con formula leucocitaria conservata; fosfatasi alcalina 599 UI/l; gammaGT 80 UI/l; CEA 14.18 ng/ml; Ca 19.9 5148 U/ml; CYFRA 21.1 15ng/ml; esame urine: aspetto torbido, tracce di emoglobina, presenza di eterasi leucocitaria e numerosi batteri, 26-50 leucociti ben cons. per campo. Sierologia per HBV: positivo anti HbcAg e antiHBsAg; anti HbeAg; Ecodoppler fegato: a livello del VI segmento si rileva disomogenità strutturale he interna un'ampia area di 3-5 cm mal delimitabile. RM FEGATO: si conferma la lesione a margini scarsamente definiti del settore posteromediale del fegato destro con impregnazione di contrasto della componente solida periferica ed aree centrali confluenti ipovascolarizzata necrotica (dAP 5cm; dLL 4cm; dCC 5,5 cm). La lesione presenta caratteristiche di crescita di tipo espansivo/infiltrativo, ingloba cranialmente la Vena sovraepatica destra e la confluenza di quest'ultima nella Vena cava inferiore e prende contatto a livello dell'ilo epatico con il peduncolo portale di destra, dove è sospetta l'infiltrazione dell'anastomosi bilio-digestiva. Caudalemente e posteriormente giunge sino all'area nuda del fegato ed a tale livello sconfina in sede retroperitoneale dove appare a diretto contatto con il surrene destro, avvolge la vena cava inferiore e non presenta sicuri piani di clivaggio con la testa del pancreas. Antero-lateralemente anche la fessura colica destra non appare dissociabile. Moderata ectasia dell'emisistema biliare di sinistra. Linfonodi di circa 1,5cm di diametro massimo si osservano in sede paracavale destra ed intercavoaortica. Pervio l'asse spleno-porto mesentrico. Riferisce nell'ultimo mese ripetuti episodi febbrili.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La situazione di sua madre è assai complessa, e, purtroppo, di una gravità tale che debba essere valutata con molta più attenzione di quella che gliene si può dare in un contesto come questo in cui non si può avere l’opportunità di visualizzare gli esami (rx-grafic, ecografici, RM, etc.) cui è stata sottoposta.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!