Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-09-2002

Egregio dottore,recentemente il mio compagno è

Egregio Dottore,
recentemente il mio compagno è venuto a conoscenza che una sua ex ragazza è deceduta per AIDS. Lui ha sempre avuto rapporti protetti ad eccezione dei rapporti orali. Premetto che questo risale a oltre tre anni fa ma dopo aver contattato vari centri di riferimento la risposta è stata, che non si può essere sicuri di non averlo contratto per tutta la vita. Può immaginare a questa affermazione la nostra sorpresa e il nostro terrore, tanto più che io ora sono in gravidanza e che prima di rimanere in gravidanza abbiamo fatto il test HIV ed è risultato negativo. Ora la nostra situazione è traumatica in quanto da quando abbiamo appreso la notizia non abbiamo più avuto rapporti ed abbiamo paura per il nostro bambino. La prego di darmi delucidazioni indicando effettivamente se quanto ci è stato detto risponde a verità. La ringrazio di Cuore. Cordiali saluti
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Non è assolutamente vero che non si può essere sicuri per tutta la vita di avere contratto il virus dell’HIV, e sono sinceramente incredulo del fatto che una risposta di questo tipo Le possa essere stata fornita da centri qualificati. Il test evidenzia in maniera certa gli anticorpi contro il virus, che si formano dopo che è avvenuta l’infezione. Il tempo perché questi anticorpi si formino può variare mediamente da 1 a 3 mesi, anche se a volte sono state descritte positivizzazioni più tardive (dopo 6 mesi). Pertanto, un test negativo dopo almeno 6 mesi dall’ultimo contatto a rischio, fornisce la certezza assoluta che in quel contatto non vi era stato nessun contagio. Se quindi il suo compagno ha fatto il test dopo oltre 3 anni dall’ultimo ipotetico contatto a rischio, e questo è risultato negativo, può stare assolutamente tranquillo del fatto che non ha contratto l’infezione.In pratica si considera che un test negativo oggi vuol dire che sicuramente fino a 6 mesi fa non era stata contratta l’infezione.
TAG: Infezioni | Malattie infettive
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!