04-04-2006

Ho 27 anni, 167 cm di altezza, 53 kg di peso. non

Ho 27 anni, 167 cm di altezza, 53 kg di peso. Non è la prima volta che mi rivolgo a voi. Ma è di un parere in più che ho bisogno. Velocemente la mia anamnesi: aritma sinusale, tachicardia sinusale. Extrasistole sopraventricolare. Soffio sistolico. Aneurisma della fossa ovale, prolasso del lembo anteriore mitralico con rigurgito valvolare associato. Insufficienza mitralica... c'è anche chi dice atteggiamento aneurismatico del setto inter-atriale! Ipercolesterolemia (266 totale fino a 90 hdl), glicemia a digiuno intorno a 83/100 (sono sempre a dieta!). In terapia con cardioaspirina. Enfisema polmonare, insufficenza meccanica ventilatoria, esiti di lobectomia superiore destra (per cisti congenita broncogena con flogosi cronica del parenchina circostante operata nel 1985), ernia cervicale c6-c7, espulsa, localizzata (terapia riabilitativa vita natural durante anche per perdita della fisiologica lordosi!)... il problema è che sto incorrendo in episodi di lipotimia seguiti da tremore agli arti inferiori, salivazione abbondante, vomito, in prossimità delle mestruazioni, tuttavia solo in presenza di ritardo di 3/5 giorni (per ora a mesi alterni). Il mio medico consiglia un doppler alla base del collo ipotizzando un nesso tra la cervicale e gli svenimenti, e un ecodoppler cardiaco per escludere che sia il cuore a far i capricci; non potrebbe essere invece, più semplicemente una questione di anemia o di diabete? in famiglia c'è una forte familiarità per diabete, l'ipertensione, l'ipercolesterolemia: praticamente tutti: papà, nonni, zii... infarti in soggetti molto giovani della mia famiglia es. 33 anni. Io ho la sensazione che non c'entri il cuore, nè la cervicale, magari sono solo sotto stress! Vorrei un'indicazione di massima, sono episodi traumatici per chi mi sta accanto e vorrei sapere se è possibile prevenirli!
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Sarebbe facile dire che i problemi lamentati siano solo derivanti dallo stress, ma comprendo che una giovane che ha subito un intervento al polmone sia allarmata anche per sintomi aspecifici. Per le lipotimie penso:
  • che sia corretto eseguire il doppler dei vasi del collo, non tanto perché si possa rilevare un problema all’interno delle arterie quanto perché sono in effetti possibili fenomeni di compressione da parte di un rachide con ernia e perdita della lordosi;
  • che non sia utile eseguire nuovamente l’ecocardiogramma visto che l’ha già fatto, tutt'al più può fare un Holter nei periodi citati per verificare eventuali aritmie;
  • tendo ad escludere che la glicemia e l’emocromo possano essere chiamati in causa (in particolare se fosse un problema anemico si manifesterebbe dopo le mestruazioni e non prima).
Se tutti gli esami danno esito negativo, l’ipotesi dello stress diventa la principale. Data la familiarità, infine, tenga sotto controllo i valori di glicemia, colesterolo e pressione, continui la dieta e non sia sedentaria, ma tenga presente che i sintomi lamentati non sono comunque da riferire alle coronarie.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare